Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/329: BRILLA SEMPRE PIÙ LA GIOVANE STELLA DI RASMUS HOJGAARD

Il 19enne danese trionfa all'Isps Handa Uk Championship


SUTTON COLDFIELD (GBR) - Con l'Isps Handa Uk Championship, eccoci alla conclusione dell’”UK Swing”, con due azzurri in campo: Edoardo Molinari e Lorenzo Scalise, unici due italiani presenti al torneo che conclude il ciclo di sei gare denominate “UK Swing”, e che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'indagine di Confcommercio sulle svendite invernali

AUMENTANO I TREVIGIANI CHE COMPRANO IN SALDO

Uno su due aspetta i ribassi per acquistare


TREVISO - I trevigiani continuano a comprare in saldo: il 42,4% dei consumatori locali ha già fatto o farà nei prossimi giorni acquisti durante le svendite invernali in corso. E metà di questi ha atteso proprio il periodo di ribassi per acquistare l'oggetto desiderato. Percentuali in crescita, dato che l'anno scorso erano rispettivamente al 34 e al 45%. 
A rilevare l'andamento è il consueto sondaggio curata dalla società specializzata Quaeris, per Confcommercio Treviso. "Questi dati ci confermano che abolire il saldo, come qualcuno prospettava, sarebbe una follia", afferma Guido Pomini, presidente provinciale di Federmoda, la sezione dei commercianti di abbigliamento, calzature e accessori.
Proprio questa tipologia di merce, infatti, rappresenta oltre tre quarti degli acquisti con lo sconto, anche nella Marca.
Nel 76% dei casi i consumatori si rivolgono al negozi di fiducia, ma i compratori si stanno sempre più polarizzando: aumentano coloro che, per i saldi, non spenderanno più di cento euro e coloro che, al contrario, hanno messo a budget da 300 euro in su, mentre cala la fascia mediana. Per un terzo dei commercianti, tuttavia, le vendite in ribasso del 2019 saranno inferiori a quelle dell'anno scorso.