Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Violenze anche sui figli: "Se parlate, vi ammazzo"

PICCHIA E UMILIA LA MOGLIE PER TRENT'ANNI

Arrestato dai Carabinieri un 60enne veneziano


SPINEA - Decenni di botte, minacce, umiliazioni. Spesso davanti ai figli. In un caso l’avrebbe costretta a denudarsi per poi chiuderla fuori dell’uscio di casa. Un uomo di 60 anni è stato arrestato dai Carabinieri di Spinea per maltrattamenti contro la moglie e i familiari e lesioni personali dolose. Un quadro di violenze fisiche e psicologiche definito aberrante dagli stessi inquirenti, che andava avanti, secondo quanto ricostruito, almeno dal 1990.
Un periodo in cui non si contano gli episodi di offese, percosse, soprusi nei confronti della donna. Angherie continue, alle quali erano costretti ad assistere anche i due figli della coppia, di cui uno minorenne. A loro volta, vittime della brutalità paterna. Tutti sono stati indotti a non denunciare e neppure a ricorrere alle cure mediche, con pesanti minacce, anche di morte. Sono stati così i militari dell’Arma a ricostruire il clima di violenza, grazie ad alcune testimonianze di vicini, parenti e conoscenti.
Il marito e padre orco, veneziano, è stato arrestato, su ordinanza di custodia cautelare emesso dal Gip, ed ora si trova detenuto in una struttura sanitaria.