Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Anche a Treviso il sit in contro il dittatore del Venezuela

IN PIAZZA CONTRO IL DITTATORE

Al presidio anche lo Spi CGIL


TREVISO. Nelle piazze contro la dittatura del governo Maduro, in Italia e nel mondo. Oggi, mercoledì 23 gennaio, dalle ore 10 alle 14 anche in piazzetta Indipendenza a Treviso, con il sostegno dello SPI CGIL trevigiano, si è svolta la manifestazione della comunità venezuelana a supporto del leader dell’opposizione Juan Guaidò, riconosciuto come legittimo presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela dall’Unione Europea, dai 16 Paesi latinoamericani del Gruppo di Lima, dal Canada e dal Dipartimento di Stato a Washington, che l’ha definito "Presidente ad interim".

 “Una comunità cresciuta negli ultimi anni – sottolinea Paolino Barbiero, segretario generale dello SPI CGIL di Treviso –, visto che sono oltre 300 i venezuelani, anche pensionati di origine italiana raggiunti via via dalle loro famiglie, che si sono trasferiti nella nostra provincia e più di un migliaio in tutto il Veneto”. Persone in fuga da un paese martoriato, in cui ogni giorno si susseguono le proteste e dove la comunicazione da parte delle opposizioni al Governo è pressoché impossibile. Tra i promotori della manifestazione di oggi nel capoluogo della Marca, oltre a Carlos Castillo, che già ha portato la propria testimonianza al recente congresso provinciale dello SPI CGIL, tanti componenti della comunità venezuelana del Veneto.

 Lo SPI CGIL, nel confermarsi attento a ciò che succede nel mondo e a promuovere l’informazione, la democrazia e i diritti delle persone che abitano nel nostro territorio dà sostegno all’iniziativa.