Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/321: COSA È SUCCESSO A FRANCESCO MOLINARI?

Il campione azzurro dovrebbe tornare in campo ad agosto


LONDRA - È troppo tempo che non troviamo in campo Francesco Molinari. L’ultima volta è stato a marzo, quand’era andato a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, una delle più prestigiose gare del PGA Tour. Si svolgeva al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Merita di rimanere vivo nella nostra famiglia"

GIULIO PAGNOSSIN, I NIPOTI OTTENGONO DI AGGIUNGERE IL COGNOME

L'imprenditore ha avuto solo due figlie e il nome si sarebbe perso


TREVISO - Ha segnato la storia imprenditoriale e sportiva di Treviso. Giulio Pagnossin ha fondato la grande, omonima industria di ceramiche, poi purtroppo fallita negli anni scorsi, ed è stato sponsor di varie società sportive, dalla pallacanestro femminile alla Formula 1. Avendo avuto solo due figlie femmine, tuttavia, il suo cognome rischiava di sparire. Così, a quarant’anni dalla morte dell’imprenditore, scomparso nel 1979, i nipoti Giuliamaria e Gianmatteo hanno chiesto e ottenuto dalla Prefettura di poter aggiungere questo secondo identificativo materno al cognome paterno.
“Con le donne in famiglia, mamma e zia, il cognome del nonno si sarebbe estinto, perdendosi così nelle nostre generazioni - spiega Giuliamaria Dotto Pagnossin - la sua vita merita di essere condivisa ancora, e di rimanere viva nella storia della nostra famiglia. Per questo motivo io e mio fratello Gianmatteo abbiamo deciso di rendere omaggio al nonno ottenendo il riconoscimento del suo cognome, su volontà di mamma Stefania Pagnossin e completo accordo di papà, come segno di riconoscenza per il tanto amore che ci ha sempre fatto arrivare da chi ci è stato vicino dopo la sua mancanza”.
La stessa famiglia, qualche mese fa, ha reso onore al “Signor Giulio” con un un libro biografico che ripercorre la storia della sua vita e delle sue imprese personali e professionali.

Galleria fotograficaGalleria fotografica