Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In Veneto il 20 % dei casi registra problemi per aziende e consulenti

FATTURA ELETTRONICA: RITARDI E DISAGI

CNA chiede soluzioni tempestive e flessibilità


VENEZIA. Circa il 20 per cento delle fatture elettroniche emesse o ricevute in Veneto dagli sportelli della CNA per le aziende hanno riscontrato problemi e sollevato disagi.

Lo dice una nota di CNA Veneto, che fa il punto della situazione nel primo mese di avvio della fatturazione elettronica, e alla vigilia di un probabile incremento della quantità di documenti che verranno emessi a fine mese.

Le principali problematiche sono relative ai sistemi informatici e sono registrate sul versante del sito dell'Agenzia delle entrate, ma non mancano problematiche di compatibilità in ottimizzazione nel dialogo tra sito dell'agenzia e gestionali di aziende e consulenti. CNA sottolinea che tutto ciò a cascata crea altrettanti problemi e difficoltà alle imprese ed agli uffici dell’associazione.

Il problema principale consiste nel mancato recapito delle fatture da parte dell’agenzia delle entrate all’indirizzo prioritario scelto dall’impresa, nella fattispecie ai software gestionali dell’associazione, scelta che ogni utente può fare attraverso la propria area riservata nel sito dell’agenzia. Nonostante l’indicazione dell’impresa di consegnare le fatture ai software dell’associazione, non di rado infatti l’agenzia segnala la fattura come consegnata ma nei software non si trova, o viene recapitata in realtà diversi giorni dopo. Ciò provoca naturalmente disagi e costi per imprese ed uffici Cna, i quali si trovano a dover giocare a nascondino per trovare le fatture non pervenute, gioco che rischia di deflagrare a fine mese, in quanto la maggior parte delle imprese proprio per diffidenza verso il nuovo sistema sta aspettando gli ultimi giorni per fatturare.

A questo si sommano inoltre anche problematiche nelle fatture emesse, con segnalazione di errori o ritardi nelle fatture inviate all’Agenzia.

Secondo i dati emessi dall’Agenzia delle entrate, viene emessa in questo periodo una media di 2,65 milioni di documenti al giorno, ben distanti dagli 8,2-8,5 milioni di fatture che, a regime, passeranno ogni giorno dal canale delle Entrate.

“Immaginiamo già ora quale sarà lo stress test per l’intero sistema, visto che parte già troppo stressato. Per questo motivo chiediamo perciò all’Agenzia delle entrate di risolvere con celerità le problematiche informatiche, nonché maggiore flessibilità da parte del governo e dell’Agenzia in questa prima fase dell’attuazione della fatturazione elettronica”, chiude la nota di CNA Veneto.