Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'episodio sulla linea 9 nei pressi della fermata alla stazione ferroviaria

SPUTI E MINACCE ALL'AUTISTA, CAOS SUL BUS

Un giovane straniero identificato dai carabineri


TREVISO. Ha detto a quel giovane straniero appena salito sul bus con una bottiglia di birra in mano che non si poteva introdurre nei mezzi pubblici alcuna sostanza alcolica. Il ragaZzo, visibilmente alterato dai fumi dell’alcol, gli ha risposto in malo modo, insultandolo e scagliando la bottiglia contro la pensilina della fermata. Poi gli ha sputato addosso e se ne è andato. Un autista mom, in servizio lungo la linea 9 ha chiamato i carabinieri che si sono messi sulle tracce del ragazzo e lo hanno bloccato e identificato. E’ accaduto attorno alle 8 di sera mercoledì scorso alla fermata dei bus nei pressi della stazione dei treni. "Queste situazioni si verificano sempre più spesso nell'ultimo periodo" fa presente il sindacato SGB che si scaglia anche contro la Direzione dell'azienda di trasporto. "In qualche occasione l’azienda ha privato al lavoratore il sostegno legale per affrontare casi analoghi - spiegano i rappresentanti del sindacato - preoccupandosi soprattutto di investire risorse sulla propria immagine e non sulla sicurezza dei lavoratori e degli utenti, come lo smantellamento del gruppo di verificatori a sostegno degli autisti nella verifica dei titoli di viaggio".