Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/306: AL QATAR MASTERS, SUCCESSO DI JORGE CAMPILLO

L'iberico vince il testa a testa con lo scozzese Drysdale


QATAR - Sarebbe stato mio desiderio seguire le imprese di Francesco Molinari, intento a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, la prestigiosa gara dedicata al grande architetto campione di golf. All’azzurro è però capitato un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sabato la manifestazione contro la Legge di Bilancio

I PENSIONATI IN PIAZZA: 2500 DAL VENETO ALLA CAPITALE

Ritrovo in Piazza San Giovanni


VENEZIA. Saranno 2.500 i pensionati di Spi Cgil, Fnp Cisl e Uil Pensionati del Veneto che sabato 9 febbraio da tutto il Veneto andranno a Roma per la manifestazione sindacale unitaria #FuturoalLavoro.
Tutte le sigle dei tre grandi sindacati confederali si ritroveranno in piazza San Giovanni per protestare contro il comportamento del Governo, che evita un confronto serio con le parti sociali, e contro la Legge di Bilancio 2019 che ha tutte le premesse per non produrre crescita. Per quanto riguarda i pensionati, la protesta si concentra sulla mancanza di equità e di risorse. La piattaforma unitaria vede, infatti, come punti principali per i pensionati: il ripristino della piena rivalutazione delle pensioni dal 1° gennaio 2019, come era scritto nell'accordo Governo-sindacati del 2016; il superamento della legge Fornero, con flessibilità di uscita a 62 anni e 41 anni di contribuzione a prescindere dall’età per tutti il riconoscimento totale del lavoro di cura (scaricato in larga parte sulle donne) ai fini pensionistici; una pensione contributiva di garanzia per i giovani; la separazione della spesa previdenziale da quella assistenziale per avere una corretta rappresentazione della spesa pensionistica italiana;il rilancio della previdenza complementare.