Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/321: COSA È SUCCESSO A FRANCESCO MOLINARI?

Il campione azzurro dovrebbe tornare in campo ad agosto


LONDRA - È troppo tempo che non troviamo in campo Francesco Molinari. L’ultima volta è stato a marzo, quand’era andato a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, una delle più prestigiose gare del PGA Tour. Si svolgeva al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La tecnica innovativa introdotto all'ospedale di Treviso

IL CALORE DEL MICRO-ONDE PER DISTRUGGERE I TUMORI DEL FEGATO

Gia eseguiti ytrenta interventi dall'equipe del prof. Giacomo Zanus


TREVISO. Asportazione dei tumori del fegato in laparoscopia e distruzione degli stessi con il calore delle micro-onde in associazione con l’approccio mininvasivo laparoscopico: queste le due importanti novità che il prof. Giacomo Zanus, direttore dell’Unità Operativa IV Chirurgia del Ca‘ Foncello, ha portato a Treviso.

“Negli ultimi 3 mesi – spiega Zanus – la nostra équipe ha eseguito oltre 70 procedure di chirurgia epatobiliare di cui 30 di termoablazione con micro-onde con approccio laparoscopico, 8 resezioni epatiche con approccio laparoscopico, 15 resezioni epatiche con approccio laparotomico e 10 termoablazioni con micro-onde per via laparotomica per completamento della bonifica tumorale. La prima importante novità riguarda il fatto che abbiamo introdotto, laddove possibile, la tecnica mininvasiva laparoscopica al posto della classica incisione addominale per l’asportazione dei tumori sia primitivi sia di natura metastatica (prevalentemente a partenza dal colon ma anche da altri distretti come l’esofago, lo stomaco, il pancreas, la mammella, il rene, i melanomi). L’associazione di approccio mininvasivo laparoscopico e tecnica termoablativa - sottolinea Zanus - rappresenta l‘ultima e più innovativa tecnica terapeutica per il trattamento dei tumori del fegato. Questa combinazione si è dimostrata estremamente efficace anche nel trattamento di lesioni di diametro superiore ai 3 cm, grazie alla possibilità di eseguire procedure di durata prolungata e infissioni ripetute delle antenne sui tumori di grosse dimensioni in condizioni di sicurezza. La tecnica laparoscopica mininvasiva – aggiunge Zanus - permette infatti, a differenza della tecnica tradizionale, di posizionare in sicurezza sotto duplice controllo visivo ed ecografico le antenne per il micro-onde esattamente sulle lesioni tumorali. La procedura laparoscopica mininvasiva consente, inoltre, di eseguire infissioni multiple aumentando i tempi di somministrazione del calore e di conseguenza l’area di necrosi ed ottenendo il trattamento di lesioni di grande volume non aggredibili con la chirurgia tradizionale. E’ quindi possibile trattare in sicurezza anche i pazienti con lesioni multiple e bilaterali (fino a 5/6 ) nella stessa seduta consentendo una prospettiva terapeutica a pazienti che non avrebbero altrimenti altre chances chirurgiche.

L’approccio in laparoscopia permette inoltre il controllo dei possibili sanguinamenti (eventualità molto frequente nei pazienti cirrotici) con procedure coagulative intra-addominali non applicabili con la modalità tradizionale.. Per quanto concerne i tumori metastatici del fegato a partenza dal colon l’innovativa associazione di approccio laparoscopico e termoablazione con micro-onde consente di trattare contemporaneamente il tumore primitivo del colon e le metastasi epatiche in un’unica seduta chirurgica mediante resezione o bruciatura delle stesse. Grazie alla disponibilità dell’Azienda - conclude Zanus - abbiamo avuto la possibilità di acquisire, presso le sale operatorie della IV chirurgia, tutte le ultimissime innovazioni tecnologiche nel campo della chirurgia del fegato e delle vie biliari, ricreando in tutto e per tutto le condizioni operatorie utilizzate presso l’ Università di Padova”.