Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/306: AL QATAR MASTERS, SUCCESSO DI JORGE CAMPILLO

L'iberico vince il testa a testa con lo scozzese Drysdale


QATAR - Sarebbe stato mio desiderio seguire le imprese di Francesco Molinari, intento a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, la prestigiosa gara dedicata al grande architetto campione di golf. All’azzurro è però capitato un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tre appuntamenti dedicati alla dispersione del patrimonio artistico italiano

STORIE DI COLLEZIONI DISPERSE O DIMENTICATE

Giovedì 31 gennaio, 7 e 14 febbraio Palazzo Foscolo ore 20.45


La pinacoteca Alberto Martini ODERZO. "Oderzo Cultura" organizza tre incontri, condotti da Giandomenico Romanelli (già direttore dei Musei Civici di Venezia, docente di Storia dell'Architettura allo Iuav e di Storia delle Arti e Conservazione dei Beni artistici a Ca' Foscari) in cui saranno ospitati studiosi ed esperti che, a lungo e in modi diversi, si sono occupati dei casi più clamorosi di svendita o dispersione di capolavori italiani.

Il programma prevede come primo ospite - giovedì 31 gennaio a Palazzo Foscolo alle ore 20.45 - lo scrittore e giornalista Alessandro Marzo Magno, che ha affrontato nelle sue ultime pubblicazioni il tema delle opere d’arte divenute bottino bellico. Seguirà, giovedì 7 febbraio, Andrea Bellieni: architetto, museografo e museologo, Bellieni opera presso i Musei Civici di Venezia (Fondazione MuVe) col ruolo di responsabile e conservatore del Museo Correr e della Torre dell’Orologio. Chiude la rassegna, giovedì 14 febbraio, Fabio Isman. Giornalista, ha lavorato per Il Messaggero, Il Piccolo e Il Gazzettino, occupandosi di molti argomenti e a lungo di beni culturali, ai quali ha dedicato numerosi libri.

Gli incontri saranno l’occasione per evidenziare, insieme alle vicende delle opere, quelle di alcuni tra gli artefici più celebri di tali azioni ma anche quanti si sono impegnati per la loro salvaguardia e recupero. Tra i primi, oltre a Napoleone, si parlerà inevitabilmente di Hitler, tra i secondi, merita di essere ricordato il grande scultore Antonio Canova, adoperatosi con successo, come forse in pochi sanno, nel recupero di moltissime opere portate in Francia all’inizio dell’Ottocento. Gli appuntamenti si terranno a Palazzo Foscolo – sede della Pinacoteca Alberto Martini, uno dei luoghi che per eccellenza rappresenta il lavoro di tutela e valorizzazione delle collezioni d’arte, archeologiche e librarie che Oderzo Cultura svolge per il patrimonio opitergino.