Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/309: NEL "BARRACUDA", A MORDERE È L'AMERICANO MORIKAWA

Il torneo in Nevada uno degli ultimi giocati prima dello stop


RENO (USA) - Il torneo ha avuto luogo in un momento in cui i big mondiali erano impegnati a Memphis, nel Tennessee, ad affrontarsi nel WGC-FedEx St. Jude, mentre gli appassionati di Golf erano attratti a seguire questo campionato, il Barracuda, ufficialmente denominato Reno-Tahoe Open. Si tratta di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Consegnati cinquemila euro da parte della casa di cura "Giovanni XXIII" di Monastier

TUMORE DELLE DONNE, ASSEGNO ALLA LILT

Andranno a finanziare il "Progetto Artemide"


TREVISO. Ogni anno nella nostra Regione vengono diagnosticati più di mille casi di tumori della sfera ginecologica, dei quali oltre duecento in provincia di Treviso. Se i tumori del collo dell’utero sono diminuiti grazie al Pap Test e diminuiranno ancora con la diffusione dei vaccini per il papilloma virus che ne è la causa, i tumori del corpo dell’utero sono costanti e il rischio aumenta con l’etàe quindi anche le donne in menopausa devono eseguire dei periodici controlli. Ancora più subdoli e aggressivi i tumori dell’ovaio che richiedono una particolare attenzione della donna ai primi sintomi e richiedono protocolli di cura interdisciplinari particolarmente pesanti per le pazienti.Da alcuni anni grazie ad una collaborazione tra la LILT e la ULSS 2 è attivo il “Progetto Artemide”, un progetto di supporto psicologico alle donne con questa tipologia di tumore che, come intuibile, ha notevoli ripercussioni sulla sfera emozionale e più intima di una donna. Ed oggi nella sede dell'associazione c'è stata la consegna alla LILT da parte della Casa di Cura “Giovanni XXIII” di Monastier di un assegno di 5.000 euro, frutto del ricavato delle donazioni delle tante donne che durante il mese di ottobre dello scorso anno hanno effettuato lo screening mammografico presso la Casa di Cura. Questi fondi contribuiranno a finanziare il “Progetto Artemide” di assistenza psicologica alle donne colpite da tumore all’utero.

Galleria fotograficaGalleria fotografica