Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il gastroenterologo Alberto Tringali arriva dal Niguarda di Milano

DUE NUOVI PRIMARI ALL'OSPEDALE DI CONEGLIANO

Enrico Bosco guiderą l'unitą di Rianimazione ed anestesia


CONEGLIANO - Nominati due nuovi primari per l’ospedale di Conegliano. Il dottor Enrico Bosco assumerà la direzione dell’unità operativa complessa di anestesia e rianimazione del Santa Maria dei Battuti, mentre il dottor Alberto Trigali prenderà la guida dell’unità operativa complessa di gastronenterologia. Per Bosco l’incarico decorrerà dal 4 marzo, per Tringali dal 1 marzo. 
Enrico BoscoEnrico Bosco: laureato in medicina e chirurgia nel 1988, ha conseguito nel ’92 il diploma di specializzazione in anestesia e rianimazione, nel 2004 il diploma di specializzazione in neurofisiopatologia clinica e nel 2014 il diploma di ecografia clinica. Nel 2105 ha frequentato il master universitario in terapia del dolore e nel 2018 il master in economia e management dei servizi sanitari.
Ha svolto attività lavorativa per l’ex ULSS n. 9 di Treviso dal 1993 al 2017 e dal 18.4.2017 ad oggi ha ricoperto, per l’Ulss 1, l’incarico di direttore dell’unità operativa di anestesia e rianimazione degli ospedali di Agordo e Pieve di Cadore. Il dottor Bosco ha partecipato a numerosi eventi di aggiornamento e addestramento professionale. Ha inoltre al suo attivo numerose pubblicazioni su riviste di alto impatto scientifico anche come primo autore.
Alberto Tringali: laureatosi in medicina e chirurgia con il massimo dei voti, ha conseguito la specializzazione in gastroenterologia nel 2000 ed effettuato il master universitario di II livello in endoscopia avanzata nel 2014. Dal 2001 svolge la sua attività presso il Grande Ospedale Metropolitano Niguarda di Milano, attualmente con la qualifica di direttore dell’endoscopia diagnostica. Autore di molteplici articoli scientifici su riviste nazionali ed internazionali, è socio Alberto Tringalidella Società italiana endoscopia digestiva e della Società europea endoscopia gastrointestinale.
“Con queste due nomine – sottolinea il direttore generale, Francesco Benazzi - prosegue il processo di sostituzione dei primari dell’Ulss 2 che sono andati in pensione. Bosco e Tringali sono due professionisti di indubbio valore che contribuiranno a implementare ulteriormente il ruolo strategico che gli ospedali del Distretto Pieve di Soligo giocano nel quadro della sanità provinciale. A Stefano Benvenuti e Giacomo Venier, che hanno retto in questo periodo le unità operative di gastroenterologia e anestesia-rianimazione del Santa Maria dei Battuti, e alle rispettive équipe, va il mio più sentito ringraziamento per il lavoro svolto”.