Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Arrestati i due giovani che hanno ferito il nuotatore trevigiano

"MANUEL, ABBIAMO SPARATO PER SBAGLIO"

Hanno ammesso lo scambio di persona


I due arrestati in una foto dai loro profili Facebook ROMA. Si sono presentati in questura con i loro avvocati ed hanno confessato. Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano hanno ammesso di aver sparato a Manuel Mateo Bortuzzo sabato notte. Hanno detto che è stato un errore, non volevano colpire il campione di nuoto trevigiano ma un'altra persona, con ogni probabilità il componente di una banda rivale con il quale avevano avuto uno screzio, poi sfociato in una rissa all'esterno della discoteca. Subito dopo l'agguato si sono nascosti da alcuni amici, hanno pensato anche alla fuga ma alla fine la decisione di costituirsi. I due 25enni erano già attenzionati dalle forze dell'ordine. Poche settimane fa uno dei due era stato trovato con addosso della droga. Due giovani diventati da poco papà. i loro profili social sono una collezione di foro con tatuaggi, abiti firmati, atteggiamenti da piccoli boss. Ora sono accusati di tentato omicidio. "Hanno pianto per tutti i quattro giorni" dicono gli avvocati difensori.
Manuel intanto ha saputo ciò che hanno detto i medici. E' stato il padre ha dirglielo ma gli ha anche fatto una promessa: "Tornerai a camminare". Sabato sul luogo della tragedia un sit-in ed una fiaccolata per stargli vicino e nel fine settimana i nuotatori impegnati nelle varie gare si disegneranno una "M" sul braccio prima di scendere in vasca.