Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/260: WGC, L'ÉLITE MONDIALE SI SFIDA IN MATCH PLAY

Vittoria a Kisner, ottimo terzo Francesco Molinari


AUSTIN (TEXAS) - È il secondo dei quattro eventi stagionali del World Golf Championship, le cui gare sono di livello inferiore solo ai major. Il WGC -Dell Technologies Match Play che si gioca in Texas sul percorso dell’Austin CC, è di spessore assoluto: nel field sono stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/259: AL VIA LA NUOVA STAGIONE DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Come di consueto l'Aigg apre il campionato 2019 al Marco Simone


ROMA - La primavera era già esplosa, quando siamo andati a Roma per l’avvio del tour dei giornalisti golfisti. Alla prima giornata di tappa, però, abbiamo preso la pioggia. Come di consueto, il primo incontro era al Marco Simone Golf & Country Club, alle porte di Roma, che...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/258: GUIDO MIGLIOZZI ESULTA AL KENYA OPEN

Primo successo sull'European Tour del 22enne vicentino


NAIROBI (KENYA) - Dopo aver seguito le prodezze di Francesco Molinari in Florida impegnato nel Players Championship, trasferiamoci ora in Kenya, a seguire la destrezza degli azzurri impegnati nel Magical Kenya Open del Tour europeo, sul percorso del Karen CC a Nairobi.Degli azzurri, a scendere in...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Arrestati i due giovani che hanno ferito il nuotatore trevigiano

"MANUEL, ABBIAMO SPARATO PER SBAGLIO"

Hanno ammesso lo scambio di persona


I due arrestati in una foto dai loro profili Facebook ROMA. Si sono presentati in questura con i loro avvocati ed hanno confessato. Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano hanno ammesso di aver sparato a Manuel Mateo Bortuzzo sabato notte. Hanno detto che è stato un errore, non volevano colpire il campione di nuoto trevigiano ma un'altra persona, con ogni probabilità il componente di una banda rivale con il quale avevano avuto uno screzio, poi sfociato in una rissa all'esterno della discoteca. Subito dopo l'agguato si sono nascosti da alcuni amici, hanno pensato anche alla fuga ma alla fine la decisione di costituirsi. I due 25enni erano già attenzionati dalle forze dell'ordine. Poche settimane fa uno dei due era stato trovato con addosso della droga. Due giovani diventati da poco papà. i loro profili social sono una collezione di foro con tatuaggi, abiti firmati, atteggiamenti da piccoli boss. Ora sono accusati di tentato omicidio. "Hanno pianto per tutti i quattro giorni" dicono gli avvocati difensori.
Manuel intanto ha saputo ciò che hanno detto i medici. E' stato il padre ha dirglielo ma gli ha anche fatto una promessa: "Tornerai a camminare". Sabato sul luogo della tragedia un sit-in ed una fiaccolata per stargli vicino e nel fine settimana i nuotatori impegnati nelle varie gare si disegneranno una "M" sul braccio prima di scendere in vasca.