Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/288: TRIONFO DA RECORD IN GIAPPONE PER TIGER WOODS

La "Tigre" raggiunge il mito Snead con 82 titoli sul circuito


Non finisce di stupire Tiger Woods, il grande Campione. Eccolo allo Zozo Championship, giocato sul par 70 dell'Accordia Golf Narashino a Chiba, l’evento con cui il PGA Tour fa il suo esordio in Giappone. Aveva un obiettivo Tiger Woods: raggiungere Sam Snead, che lo avanzava di un solo titolo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/287: ALL'ALBENZA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG

Dario Bartolini si aggiudica il titolo italiano asoluto


BERGAMO - A conclusione del nostro challenge, è il momento del Campionato individuale 2019. Siamo ad Almenno San Bartolomeo, nel Bergamasco, al Golf Club Albenza. Il Campo copre 85 ettari di delicate colline in direzione delle Prealpi lecchesi, su cui si snodano 27 buche nate da più...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/286: L'OPEN D'ITALIA PER LA PRIMA VOLTA PARLA AUSTRIACO

All'Olgiata si impone Bernd Wiesberger, sotto tono Chicco Molinari


ROMA - Eccoci giunti al più grande appuntamento italiano dell’anno con il Golf: la 76esima edizione dell’OPEN D’ITALIA. A ospitarla è l’Olgiata Golf Club di Roma,nel percorso di gara, par 71, su quei terreni dove pascolava Ribot; un Open da gustare dalla...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A Verona finisce 75-70 per gli scaligeri

DELUSIONE DE LONGHI: IL DERBY VA ALLA TEZENIS

Finale allo sprint dove TVB ha sbagliato tutto


VERONA Delusione De Longhi, che perde il derby a Verona e vede raddoppiato il suo svantaggio su Montegranaro. Il match si apre con un piazzato di Candussi che anticipa il primo vantaggio trevigiano compiuto dalla tripla di Tessitori e il lay-up di Alviti. Il primo timeout della partita è costretto a spenderlo coach Dalmonte perché, dopo solo 3 minuti, la De’ Longhi piazza il primo parziale (a firma del tridente Lombardi, Burnett, Alviti) di 9 a 0 che la porta sul + 8 (4-12). La reazione dei padroni di casa non tarda ad arrivare, il capitano gialloblù Amato insieme ai compagni Severini e Ferguson, riagganciano la de’ Longhi che soffre non poco la fisicità in area dei veronesi (15-15). La penetrazione di Burnett allo scadere dei primi 10 minuti di gioco chiude il quarto sul punteggio di 15 a 17. L’evidente piano partita della Tezenis è quello di sfruttare i propri lunghi sotto canestro; Quarisa e Poletti eseguono alla perfezione il dettame tattico siglando 4 punti consecutivi (19-17).
Il match continua in totale equilibrio, fino a quando Ikangi non si accende dai 6.75m: due bombe consecutive dalla stessa mattonella e Verona torna nuovamente sul + 2 (31-29). Gli ultimi minuti che anticipano l’intervallo lungo, mostrano quanto entrambe le squadre ci tengano a questa vittoria. Il ritmo della partita si alza da entrambi i lati del campo con la De’ Longhi che prova a contenere le fiammate di Ferfguson e la fisicità di Poletti rispondendo in attacco con le penetrazioni di Burnett e di Alviti (39-35). Al rientro dall’intervallo lungo, capitan Amato suona la carica con 5 punti consecutivi che esaltano il pubblico veronese. TVB non molla e rimane agganciata ai padroni di casa grazie all’MVP di giornata Matteo Imbrò che toglie molto spesso le castagne dal fuoco andando a bersaglio dai 6.75m (5 su 8 da 3). La Tezenis chiuderà comunque in vantaggio il terzo quarto di gioco (62-54). L’ultimo emozionante quarto di gioco, è un con un botta e risposta tra le due squadre, Treviso concede troppi viaggi in lunetta a Verona che ne approfitta con Ferguson mantenendo quasi invariato il distacco sulle 7 lunghezze. La Lombardi Air Lines decolla per due volte consecutive tenendo vive le speranze trevigiane (64-61). Quando l’inerzia sembrava essere passata nelle mani dei ragazzi di coach Menetti, alcune ingenuità individuali, consegnano il referto rosa a Verona firmato dalla tripla dall’angolo di Candussi. Il match si conclude 75-70.

TEZENIS-DE LONGHI 75-70
TEZENIS: Dieng (0/1, 0/2), Ferguson 14 (2/2, 3/7), Poletti 8 (2/6, 0/3), Amato 12 (2/5, 2/7), Candussi 11 (3/7, 1/5), Quarisa 6 (3/3; 8 r.), Severini 13 (1/3,. 2/3), Ikangi 11 (2/4, 2/2). N.e.: Guglielmi n.e., Oboe n.e., Henderson n.e., Udom n.e.. All. Dalmonte.
DE LONGHI: Tessitori 5 (1/1, 1/1), Burnett 16 (6/12, 1/6), Sarto (0/1 da tre), Alviti 6 (3/4, 0/5), Antonutti 2 (1/4, 0/1), Imbrò 15 (0/4, 5/8), Chillo 6 (2/4 da due), Uglietti 10 (2/4, 2/4), Lombardi 10 (2/4, 2/4). N.e.: Saladini, Barbante, Epifani. All. Menetti.
ARBITRI: Beneducci, Saraceni e Tallon.
NOTE: Tiri liberi: Verona 15/17, Treviso 3/4. Verona: da due 15/31, da tre 10/19, rimbalzi 33 (Candussi 2+7), assist 13 (Ferguson 4, Poletti 4); Treviso: da due 17/37, da tre 11/30, rimbalzi 39 (Lombardi 2+5, Burnett 2+5), assist 16 (Imbrò 6). Spettatori: 4158. Parziali: 15-17, 39-35, 62-54.