Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/300: PRIMA VITTORIA DA PRO PER L'EX CALCIATORE LUCA HERBET

L'australiano si impone a sorpresa nel Dubai Desert Classic


DUBAI - Concluso il Championship di Abu Dhabi, l’European Tour è rimasto ancora negli Emirati Arabi Uniti, per la disputa dell’Omega Dubai Desert Classic. Si gioca sul percorso dell’Emirates GC, a Dubai, con sei italiani in campo: Edoardo Molinari, Andrea Pavan, Renato...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/299: AD ABU DHABI WESTWOOD SI IMPONE SU UN SORPRENDENTE LAPORTA

Nel torneo in vigore le norma anti-gioco lento


ABU DHABI - Sono sette gli azzurri che partecipano al Championship di Abu Dhabi, il primo degli otto tornei sponsorizzati dalla Rolex nell’ambito dell’Eurotour. Sono numerosi, i campioni che iniziano l’anno 2020 negli Emirati Arabi Uniti all’Abu Dhabi GC, con lo statunitense...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Centopercentoanimalisti contro il parroco di Cusignana e la lotteria con una cavalla in premio

BLITZ IN CURIA: MANIFESTI CONTRO IL PARROCO

Attaccato un manifesto sul portone della Curia Vescovile


TREVISO. "Una gabbia d'oro è sempre una gabbia", è la scritta che apparte sul manifesto attaccato questa notte sul portone d'ingresso della Curia Vescovile a Treviso. Il gesto è stato rivendicato da "Centopercentoanimalisti" che contesta il parroco di Cusignana ed in particolare la lotteria organizzata in occasione della sagra che cede come premio una cavalla. Il manifesto è uguale a quello affisso mesi fa sulla statua del Gesù a Cusignana.
"La cavalla esposta in mostra soffre disagio - scrivono gli animalisti in una nota dove viene rivendicato il gesto -. E poi vale il principio: un essere vivente esige rispetto, non è un oggetto".