Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/333: CON UN ULTIMO GIRO MONSTRE, JOHN CATLIN CONQUISTA L'IRISH OPEN

Out al taglio l'eroe di casa Harrington e gli italiani


IRLANDA DEL NORD - Dopo le tappe di Spagna, l’European Tour torna a nord, per la disputa del “Irish Open”, sponsorizzato da Dubai Duty Free. Si gioca nell’Irlanda del Nord, sul tracciato del Galgorm Castle Golf Club, a Ballymena. Sono tanti i professionisti di spessore, tra...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Primo gruppo ad eleggere i vertici unificati dopo la fusione

OBIETTIVO 3 MILIARDI DI EXPORT NEL 2021 PER L'ALIMENTARE TREVIGIAN-PADOVANO

Giovanni Taliana neopresidente del settore di Assindustria Venetocentro


TREVISO - Obiettivo raddoppio. L’agroalimentare delle province di Treviso e Padova punta sui mercati internazionali: le esportazioni nel 2018 hanno toccato un miliardo e 700 milioni, con una crescita del 44% ad esempio negli Stati Uniti. “Credo sia possibile raggiungere i 3 miliardi nel 2021”, prevede Giovanni Taliana, neo presidente degli imprenditori del settore alimentare di Assindustria Venetocentro. Il gruppo che riunisce quasi duemila aziende nelle due province, per 15mila 500 addetti complessivi, è il primo ad eleggere i nuovi vertici unificati dopo la fusione delle due associazioni confindustriali trevigian-patavine.
Padovano, 45 anni, titolare della Bovis, realtà di Limena specializzata in in preparati granulari per brodo e insaporitori, Taliana resterà in carica fino al 2023 e sarà affiancato da due vice, i trevigiani Luca Fraccaro, della Fraccaro Spumadoro di Castelfranco e Nicola Sartor, della Surmont di Pederobba. Ed anche l’italian sounding, la diffusione di alimenti spacciati per italiani, ma che nulla hanno a che vedere con il vero made in Italy può essere un’opportunità.
Il made in Italy, infatti, rimane un valore aggiunto preziosissimo, ma non può bastare. Anche nel settore alimentare, le imprese devono continuare ad investire. Lo conferma Matteo Zoppas, presidente regionale di Confindustria: il leader degli industriali veneti invita i colleghi a predisporre riserve adeguate - un salvagente, dice – a fronte di una potenziale, nuova recessione, ma esorta anche il governo a varare una politica industriale di ampio respiro.
Sollecitazione subito raccolta da Franco Manzato, sottosegretario alle Politiche agricole.