Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/296 - CAMPI/22: GOLF CLUB ACQUASANTA

Alle porte di Roma, il più antico "green" d'Italia


ROMA - Ha oltre un secolo il Golf Acquasanta, è il più antico d’Italia, è prestigioso, ha segnato l'inizio del golf in Italia. Siamo nel 1885 quando alcuni amici inglesi pensano di realizzarlo. Trovano quella posizione superba che odora di eucalipto e di pino marittimo ai...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Garatti: "Puntiamo su percorsi ciclabili e promozione"

AI TEDESCHI PIACE LA MARCA: TURISTI RADDOPPIATI IN VENT'ANNI

I pernottamenti cresciuti da 57mila a oltre 127mila


TREVISO - In vent'anni le presenze di turisti tedeschi nella Marca sono più che raddoppiate: i pernottamenti di visitatori provenienti della Germania, infatti, sono passati da 57.600 annui del 1998 a 127.461 del 2018.
"La Germania e la Baviera, in particolare, rimangono il nostro mercato di riferimento - spiega Gianni Garatti, presidente della Fondazione Marca Treviso, erede del consorzio di promozione turistica -. i numeri confermano che il prodotto offerto si confè ai turisti tedeschi e gli investimenti attuati in questi anni per farci conoscere in quell'area stanno portando frutti".
Non a caso, per il ventesimo anno, il sistema turistico trevigiano sarà presente alla Free, una delle più importanti fiere di settore in programma dal 20 al 24 febbraio a Monaco di Baviera. In uno stand raddoppiato negli spazi rispetto alla precedente edizione, la Fondazione, in collaborazione con la Camera di commercio, presenterà soprattutto i pacchetti legati agli itinerari cicloturistici, a partire dalla Monaco - Venezia. Una forma di visitare un territorio che sempre più successo sta riscuotendo soprattutto nei paesi dell'Europa centrosettentrionale.
Fondamentale anche il ruolo dell'Intesa programmatica d'area "Marca Trevigiana", che riunisce il capoluogo e altri 15 comuni del comprensorio. Tra i principali progetti, la creazione di centri dove i ciclisti possano trovare assistenza e ristoro: ne verranno creati, innanzitutto, due all'ex Pagnossin, lungo la Treviso- Ostiglia e lungo la Restera. Ma si punta anche alla "cucitura" delle piste ciclopedonali tra comune e comune. "Il turista tedesco  chiede affidabilità - rimarca Garatti - deve trovare tutto quello che gli è stato presentato e promesso, altrimenti non torna più". Oltre alla Germania, la Fondazione guarda anche ad altri paesi norderopei, in primis l'Olanda, dove parteciperà nei prossimi mesi a due importanti rassegne.