Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I nuovi obblighi previsti dalla nuova legge fallimentare

OLTRE 600 DITTE TREVIGIANE DOVRANNO NOMINARE UN ORGANO DI CONTROLLO

La Cna: "Burocrazia e costi per migliaia di euro all'anno"


TREVISO - Costi per migliaia di euro in più all’anno e ulteriori adempimenti burocratici: sono oltre seicento le srl trevigiane, a cui si aggiungono numerose cooperative, alle prese con gli effetti della nuova legge fallimentare. A fare il computo è la Cna: la nuova normativa, entrata in vigore la scorsa settimana, in particolare ha abbassato da 50 a 10 dipendenti la soglia dalla quale le aziende devono dotarsi di un organo di controllo: collegio sindacale o revisori.
“L’introduzione di sistemi di verifica che possono evidenziare situazioni patologiche di crisi e anticipare l’intervento risanatore è utile sia ai debitori che ai creditori - afferma Gianpaolo Stocco, presidente della Cna di Castelfranco Veneto – ma questo comporta un aumento rilevante dei costi per le imprese e per questo chiediamo che il Governo emani un provvedimento che defiscalizzi queste maggiori spese”.
L’associazione imprenditoriale chiede inoltre di risolvere alcune criticità presenti nelle nuove norme, prima di far scattare i termini di adeguamento. Ad esempio, di nominare i revisori con il nuovo esercizio 2020, anziché entro novembre 2019, a bilancio ormai quasi chiuso. Di chiarire se è possibile nominare il collegio sindacale o in alternativa il revisore, perché questa è una variabile che incide in modo rilevante sui costi. E, infine, di intervenire sui mancati o ritardati pagamenti, vero flagello per le imprese.