Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/299: AD ABU DHABI WESTWOOD SI IMPONE SU UN SORPRENDENTE LAPORTA

Nel torneo in vigore le norma anti-gioco lento


ABU DHABI - Sono sette gli azzurri che partecipano al Championship di Abu Dhabi, il primo degli otto tornei sponsorizzati dalla Rolex nell’ambito dell’Eurotour. Sono numerosi, i campioni che iniziano l’anno 2020 negli Emirati Arabi Uniti all’Abu Dhabi GC, con lo statunitense...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL CIELO, IL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Venerdì nuova protesta nell'industria specializzata in reti telefoniche

PRIME TRE ORE DI SCIOPERO ALLA SIRTI DI MARENO DI PIAVE

L'azienda ha annunciato 883 esuberi in tutta Italia


MARENO DI PIAVE - Prime tre ore di sciopero alla Sirti di Mareno di Piave. Un'altra ora, l'ultima delle quattro annunciate i giorni scorsi dalle Rsu aziendali e dai sindacati dei metalmeccanici della Marca, è prevista per venerdì 22 febbraio a fine turno. Inoltre, i lavoratori, riuniti in assemblea, hanno deciso all'unanimità anche il blocco degli straordinari.
All'origine della protesta, l'annuncio da parte del gruppo industriale, leader in Italia nel settore delle istallazioni e manutenzioni di reti telefoniche e ponti radio, di 883 esuberi sui 4mila addettti in tutto il territorio nazionale. Per il Triveneto, il taglio ammonterebbe acirca un quinto della forza lavoro.
“Massiccia la partecipazione all’assemblea e l’adesione allo sciopero di tre ore di questa mattina, con un presidio che ha visto protestare ai cancelli della Sirti più di un centinaio di dipendenti – ha detto Claudia Gava della Fiom Cgil di Treviso –. Alla mobilitazione hanno infatti preso parte oltre a operai e impiegati anche i lavoratori somministrati, diversi in scadenza di contratto. L’annuncio della volontà di aprire la procedura di licenziamento collettivo è arrivata come una doccia fredda, perché il lavoro, in particolare in questo territorio, non manca".
Oltre alla mobilitazione dei lavoratori, il sindacato ha chiesto anche un confronto al ministero dello Sviluppo economico per ricevere chiarimenti e risposte. "Non staremo fermi – conclude Claudia Gava – siamo pronti a continuare sulla strada della protesta”.