Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/257: AL PLAYERS CHAMPIONSHIP TRIONFA RORY MCILROY

In Florida il torneo considerato il "quinto major"


FLORIDA - È questo il torneo tra i più attesi del PGA Tour, considerato quasi un quinto major. L’evento ha il montepremi più alto al mondo, ben 12,5 milioni di dollari, con prima moneta di 2.250.000. Oltre a questi, sono in palio 600 punti per la FedEx Cup, che...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/256: FRANCESCO MOLINARI CAMPIONE ALL'ARNOLD PALMER

Fantastico ultimo giro e vittoria del torinese


ORLANDO (FLORIDA) - Torna in campo Francesco Molinari. Lo fa ancora una volta nel leggendario sito di “Arnold Palmer Invitational”. Il torneo (7-10 marzo), dedicato al grande campione americano scomparso nel 2016, si gioca al Bay Hill Club & Lodge (par 72), di Orlando in Florida. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/255: FRANCESCO SECCO APRE LA STAGIONE A "I SALICI"

Il club più vicino alla città di Treviso prosegue il rinnovamento


TREVISO - Golf Club “I Salici”, un bel giardino dove giocare a Golf. Per me una montagna di ricordi.Non sono del tutto compiuti gli impegnativi lavori al Golf Club “I Salici”, opere intese a rendere il club più importante nel complesso della Ghirada, la cittadella...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Venerdì nuova protesta nell'industria specializzata in reti telefoniche

PRIME TRE ORE DI SCIOPERO ALLA SIRTI DI MARENO DI PIAVE

L'azienda ha annunciato 883 esuberi in tutta Italia


MARENO DI PIAVE - Prime tre ore di sciopero alla Sirti di Mareno di Piave. Un'altra ora, l'ultima delle quattro annunciate i giorni scorsi dalle Rsu aziendali e dai sindacati dei metalmeccanici della Marca, è prevista per venerdì 22 febbraio a fine turno. Inoltre, i lavoratori, riuniti in assemblea, hanno deciso all'unanimità anche il blocco degli straordinari.
All'origine della protesta, l'annuncio da parte del gruppo industriale, leader in Italia nel settore delle istallazioni e manutenzioni di reti telefoniche e ponti radio, di 883 esuberi sui 4mila addettti in tutto il territorio nazionale. Per il Triveneto, il taglio ammonterebbe acirca un quinto della forza lavoro.
“Massiccia la partecipazione all’assemblea e l’adesione allo sciopero di tre ore di questa mattina, con un presidio che ha visto protestare ai cancelli della Sirti più di un centinaio di dipendenti – ha detto Claudia Gava della Fiom Cgil di Treviso –. Alla mobilitazione hanno infatti preso parte oltre a operai e impiegati anche i lavoratori somministrati, diversi in scadenza di contratto. L’annuncio della volontà di aprire la procedura di licenziamento collettivo è arrivata come una doccia fredda, perché il lavoro, in particolare in questo territorio, non manca".
Oltre alla mobilitazione dei lavoratori, il sindacato ha chiesto anche un confronto al ministero dello Sviluppo economico per ricevere chiarimenti e risposte. "Non staremo fermi – conclude Claudia Gava – siamo pronti a continuare sulla strada della protesta”.