Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/321: COSA È SUCCESSO A FRANCESCO MOLINARI?

Il campione azzurro dovrebbe tornare in campo ad agosto


LONDRA - È troppo tempo che non troviamo in campo Francesco Molinari. L’ultima volta è stato a marzo, quand’era andato a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, una delle più prestigiose gare del PGA Tour. Si svolgeva al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Venerdì nuova protesta nell'industria specializzata in reti telefoniche

PRIME TRE ORE DI SCIOPERO ALLA SIRTI DI MARENO DI PIAVE

L'azienda ha annunciato 883 esuberi in tutta Italia


MARENO DI PIAVE - Prime tre ore di sciopero alla Sirti di Mareno di Piave. Un'altra ora, l'ultima delle quattro annunciate i giorni scorsi dalle Rsu aziendali e dai sindacati dei metalmeccanici della Marca, è prevista per venerdì 22 febbraio a fine turno. Inoltre, i lavoratori, riuniti in assemblea, hanno deciso all'unanimità anche il blocco degli straordinari.
All'origine della protesta, l'annuncio da parte del gruppo industriale, leader in Italia nel settore delle istallazioni e manutenzioni di reti telefoniche e ponti radio, di 883 esuberi sui 4mila addettti in tutto il territorio nazionale. Per il Triveneto, il taglio ammonterebbe acirca un quinto della forza lavoro.
“Massiccia la partecipazione all’assemblea e l’adesione allo sciopero di tre ore di questa mattina, con un presidio che ha visto protestare ai cancelli della Sirti più di un centinaio di dipendenti – ha detto Claudia Gava della Fiom Cgil di Treviso –. Alla mobilitazione hanno infatti preso parte oltre a operai e impiegati anche i lavoratori somministrati, diversi in scadenza di contratto. L’annuncio della volontà di aprire la procedura di licenziamento collettivo è arrivata come una doccia fredda, perché il lavoro, in particolare in questo territorio, non manca".
Oltre alla mobilitazione dei lavoratori, il sindacato ha chiesto anche un confronto al ministero dello Sviluppo economico per ricevere chiarimenti e risposte. "Non staremo fermi – conclude Claudia Gava – siamo pronti a continuare sulla strada della protesta”.