Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/293: MAURITIUS OPEN TIENE A BATTESIMO IL PRIMO SUCCESSO DEL 18ENNE HOJGAARD

Il baby danese supera al supplementare l'azzurro Paratore


BEL OMBRE (MAURITIUS) - Il secondo evento dell’European Tour 2020 propone la quinta edizione dell’Afrasia Bank Mauritius Open, in programma sul tracciato dell’Heritage GC, a Bel Ombre nell’isola di Mauritius, dove tutto è da sogno, a cominciare dal piccolo porto di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/292: L'EUROPEAN TOUR RIPARTE DAL SUDAFRICA

Nel consuento anticipo della stagione 2020 successo di Larrazabal


SUDAFRICA - Son trascorsi solo quattro giorni dalla conclusione della stagione 2019 in Medio Oriente, e l’European Tour già apre in Sudafrica quella del 2020, con il consueto anticipo sull’anno solare. Si gioca sul Par 72 del Leopard Creek CC di Malelane, nel distretto di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/291: DOPO 47 TORNEI, IL TOUR EUROPEO SI CHIUDE A DUBAI

Con la vittoria lo spagnolo Jon Rahm diventa numero uno continentale


DUBAI - Dopo 47 tornei disputati in 31 diverse nazioni, si chiude l’ampia stagione del Tour europeo, con il DP World Tour Championship, sul percorso del Jumeirah Golf Estates, a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti. Il torneo di Dubai mette in palio una prima moneta da record, la leadership...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I controlli della Polstrada in officine e rivendite di auto

VEICOLI MAI CANCELLATI DAL PRA, 700MILA EURO DI MULTA AL DEMOLITORE

Stangata ditta di rottamazioni di Zero Branco


ZERO BRANCO - Non richiedeva l'obbligatoria cancellazione dal Pubblico registro automobilistico dei veicoli che rottamava. La sistematica dimenticanza, unita ad altre irregolarità amministrative, è costata al titolare di una ditta di autodemolizioni di Zero Branco la multa record di 700mila euro.
In questo modo, l’imprenditore otteneva un significativo, illecito risparmio. Non solo, i mezzi demoliti risultavano ancora formalmente circolanti, all’insaputa degli stessi proprietari, che si vedevano recapitare la richiesta dei bolli auto non pagati.
E’ il caso più eclatante messo in luce dalla Polizia Stradale di Treviso durante i controlli effettuati in questi primi mesi dell’anno in autofficine, carrozzerie, rivendite, autonoleggi ed altre ditte legate al mondo dei veicoli. Un ambito in cui purtroppo, anche nella Marca, è in aumento il fenomeno dell’abusivismo.
Tra le altre realtà sanzionate, in una rivendita di auto di Paese i poliziotti hanno trovato vetture smontate e posizionate sui ponti elevatori, pronte per le riparazioni, inequivocabile segno di un’attività di officina abusiva. Inoltre, su quattro macchine di alta gamma esposte in vendita e offerte anche su un noto sito internet specializzato, il contachilometri era stato manomesso, per far figurare un chilometraggio di gran lunga inferiore a quello effettivo: in totale, ben 600mila chilometri in meno.
Per questi illeciti, le auto e le attrezzature sono state sequestrate e il titolare della società è stato denunciato per truffa aggravata e multato per 5mila euro. Infine, a un altro demolitore di Gorgo al Monticano sono state contestate violazioni per oltre 1.500 euro per irregolarità sulla tenuta dei registri.