Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/321: COSA È SUCCESSO A FRANCESCO MOLINARI?

Il campione azzurro dovrebbe tornare in campo ad agosto


LONDRA - È troppo tempo che non troviamo in campo Francesco Molinari. L’ultima volta è stato a marzo, quand’era andato a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, una delle più prestigiose gare del PGA Tour. Si svolgeva al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Economia a rischio, risvegliamo il senso di appartenenza"

"COMPRATE ABBIGLIAMENTO MADE IN TREVISO PER SOSTENER LE NOSTRE AZIENDE"

L'appello di Gianni Boato, segretario della Femca Cisl


TREVISO - Comprare abbigliamento e calzature "made in Treviso" per sostenere le aziende locali e i loro lavoratori. E' l'invito avanzanto da Gianni Boato, segreatrio generale aggiunto della Femca Cisl di Treviso e Belluno.
"Se difendere l’industria deve rappresentare oggi il vero interesse nazionale, tutelare e promuovere il “made in Treviso” dev’essere in questa fase il primo obiettivo territoriale - sottolinea Boato -. Dobbiamo essere orgogliosi delle nostre aziende e dei nostri lavoratori che hanno reso grandi le imprese. I brand di Marca vanno sostenuti, sia con politiche industriali adeguate e una maggiore condivisione degli obiettivi, che con una nuova forma di solidarietà diffusa che coinvolga in primo luogo i cittadini trevigiani, chiamati a sostenere con gli acquisti delle nuove collezioni la grande moda trevigiana".
Per questo il rappresetante dell'organizzazione dei lavoratori della categoria chiede un impegno anche da parte dei consumatori: "In famiglia, di fronte a un problema, tutti i componenti si mobilitano per dare una mano. Allo stesso modo, oggi, siamo tutti chiamati a valorizzare ciò che viene prodotto nel nostro territorio, contribuendo a dare una spinta propulsiva al mercato interno.
Il rallentamento dell'economia, indicato anche da recenti rilevazioni, per Boato rischia di essere la principale emergenza del 2019. "L’appello è di far emergere e prevalere il senso di appartenenza per chi ci ha reso importanti nel mondo, per tutti quei lavoratori che ancora oggi si impegnano ogni giorno con grande senso di responsabilità affinché si rispettino i tempi di consegna, si possano creare nuovi modelli e si cerchino nuove strade per il rilancio dei marchi - dice il sindacalista -. Oggi forse la fatica è maggiore di ieri. Ma è importante un gesto di solidarietà da parte di tutti, cittadini e consumatori, per garantire un futuro brillante a Treviso e far tornare queste aziende attrattive agli occhi dei giovani trevigiani, sia come brand da indossare che come luoghi di lavoro a cui ambire".