Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/351: DOPPIO EAGLE ALL'ULTIMO GIRO, BERGER VINCE L'AT&T PEBBLE BEACH

Il 28enne sorpassa in volata NcNealy, crolla invece Molinari


STATI UNITI - Siamo in California, a Pebble Beach, nella Contea di Monterey, piccola comunità sulla costa del pacifico. Si gioca una Pro-Am atipica, che a causa dell’emergenza sanitaria non viene giocata in compagnia delle celebrità come d’uso, è quindi una normale...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/350: DUSTIN JOHNSON CONFERMA LA SUA LEADERSHIP MONDIALE AL SAUDI INTERNATIONAL

Azzurri nelle retrovie, 33esimo il vicentino Migliozzi


ARABIA SAUDITA - Questa settimana l’Eurotour ha messo in scena il Saudi International, al Royal Greens Golf and Country Club, a King Abdullah Economic City, in Arabia Saudita; ai tee di partenza, ci sono ben sette azzurri, che hanno l’opportunità di giocare con veri big: il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/349: IL TEXANO PATRICK REED FESTEGGIA ALL'INSURANCE FARMERS OPEN

Gran rimonta di un ritrovato Molinari: da 39° a decimo


LA JOLLA (USA) - Concluso l’American Express con l’ottavo posto in classifica, Francesco Molinari si trova ora impegnato nel Farmers Insurance Open, ancora in California, non più a La Quinta ma a La Jolla - San Diego, al Torrey Pines Golf Course che sorge sul posto dove...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Economia a rischio, risvegliamo il senso di appartenenza"

"COMPRATE ABBIGLIAMENTO MADE IN TREVISO PER SOSTENER LE NOSTRE AZIENDE"

L'appello di Gianni Boato, segretario della Femca Cisl


TREVISO - Comprare abbigliamento e calzature "made in Treviso" per sostenere le aziende locali e i loro lavoratori. E' l'invito avanzanto da Gianni Boato, segreatrio generale aggiunto della Femca Cisl di Treviso e Belluno.
"Se difendere l’industria deve rappresentare oggi il vero interesse nazionale, tutelare e promuovere il “made in Treviso” dev’essere in questa fase il primo obiettivo territoriale - sottolinea Boato -. Dobbiamo essere orgogliosi delle nostre aziende e dei nostri lavoratori che hanno reso grandi le imprese. I brand di Marca vanno sostenuti, sia con politiche industriali adeguate e una maggiore condivisione degli obiettivi, che con una nuova forma di solidarietà diffusa che coinvolga in primo luogo i cittadini trevigiani, chiamati a sostenere con gli acquisti delle nuove collezioni la grande moda trevigiana".
Per questo il rappresetante dell'organizzazione dei lavoratori della categoria chiede un impegno anche da parte dei consumatori: "In famiglia, di fronte a un problema, tutti i componenti si mobilitano per dare una mano. Allo stesso modo, oggi, siamo tutti chiamati a valorizzare ciò che viene prodotto nel nostro territorio, contribuendo a dare una spinta propulsiva al mercato interno.
Il rallentamento dell'economia, indicato anche da recenti rilevazioni, per Boato rischia di essere la principale emergenza del 2019. "L’appello è di far emergere e prevalere il senso di appartenenza per chi ci ha reso importanti nel mondo, per tutti quei lavoratori che ancora oggi si impegnano ogni giorno con grande senso di responsabilità affinché si rispettino i tempi di consegna, si possano creare nuovi modelli e si cerchino nuove strade per il rilancio dei marchi - dice il sindacalista -. Oggi forse la fatica è maggiore di ieri. Ma è importante un gesto di solidarietà da parte di tutti, cittadini e consumatori, per garantire un futuro brillante a Treviso e far tornare queste aziende attrattive agli occhi dei giovani trevigiani, sia come brand da indossare che come luoghi di lavoro a cui ambire".