Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/256: FRANCESCO MOLINARI CAMPIONE ALL'ARNOLD PALMER

Fantastico ultimo giro e vittoria del torinese


ORLANDO (FLORIDA) - Torna in campo Francesco Molinari. Lo fa ancora una volta nel leggendario sito di “Arnold Palmer Invitational”. Il torneo (7-10 marzo), dedicato al grande campione americano scomparso nel 2016, si gioca al Bay Hill Club & Lodge (par 72), di Orlando in Florida. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/255: FRANCESCO SECCO APRE LA STAGIONE A "I SALICI"

Il club più vicino alla città di Treviso prosegue il rinnovamento


TREVISO - Golf Club “I Salici”, un bel giardino dove giocare a Golf. Per me una montagna di ricordi.Non sono del tutto compiuti gli impegnativi lavori al Golf Club “I Salici”, opere intese a rendere il club più importante nel complesso della Ghirada, la cittadella...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/254: IN MESSICO IL RIENTRO IN CAMPO DI FRANCESCO MOLINARI

Il torinese chiude 17° nel torneo vinto da Dustin Johnson


CITTA' DEL MESSICO - Il campionato mondiale messicano segna il rientro in campo di Francesco Molinari, nella prima delle contese stagionali del World Golf Championship. Il torneo si disputa al Club de Golf Chapultepec di Città del Messico, con un montepremi di 10.250.000 dollari....continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il cda di Credito Trevigiano incarica un legale per l'azione risarcitoria

VILLA EMO: LA BANCA CHIEDE I DANNI AL CONTE

Dopo la notizia della vendita utilizzati toni e modi diffamatori


VEDELAGO. La vicenda e le polemiche legate alla vendita di Villa Emo finiscono in tribunale. Il Consiglio di Amministrazione del Credito Trevigiano comunica di aver incaricato l’avvocato Luigi Fadalti, di promuovere azione risarcitoria nei confronti di Leonardo Emo Capodilista al fine di tutelare l’immagine e la rispettabilità dell’istituto e dei suoi vertici. "Leonardo Emo Capodilista, attraverso numerose comunicazioni relative al processo di vendita di Villa Emo, ha rivolto accuse strumentali e prive di fondamento al Credito Trevigiano ed in particolare al suo Presidente - si legge in una nota diffusa dall'istituto di credito - Se in un primo momento, stante la pretestuosità degli addebiti, il Credito Trevigiano aveva preferito non rispondere, i reiterati e offensivi episodi degli ultimi giorni costringono l’Istituto a promuovere la presente iniziativa legale. "I vertici di Credito Trevigiano sottolineano poi come la decisione vada nella direzione di tutelare gli interessi della banca e dei soci. Il cda chiude la nota dicendo di non tollerare ulteriormente le infondate accuse mosse "da un soggetto che, avendo ceduto il bene da molti anni, non ha alcun titolo né per occuparsi dell’attuale operazione di vendita della villa, né tantomeno può farlo nei modi e nei toni che, invece, sono stati sin’ora utilizzati."