Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il cda di Credito Trevigiano incarica un legale per l'azione risarcitoria

VILLA EMO: LA BANCA CHIEDE I DANNI AL CONTE

Dopo la notizia della vendita utilizzati toni e modi diffamatori


VEDELAGO. La vicenda e le polemiche legate alla vendita di Villa Emo finiscono in tribunale. Il Consiglio di Amministrazione del Credito Trevigiano comunica di aver incaricato l’avvocato Luigi Fadalti, di promuovere azione risarcitoria nei confronti di Leonardo Emo Capodilista al fine di tutelare l’immagine e la rispettabilità dell’istituto e dei suoi vertici. "Leonardo Emo Capodilista, attraverso numerose comunicazioni relative al processo di vendita di Villa Emo, ha rivolto accuse strumentali e prive di fondamento al Credito Trevigiano ed in particolare al suo Presidente - si legge in una nota diffusa dall'istituto di credito - Se in un primo momento, stante la pretestuosità degli addebiti, il Credito Trevigiano aveva preferito non rispondere, i reiterati e offensivi episodi degli ultimi giorni costringono l’Istituto a promuovere la presente iniziativa legale. "I vertici di Credito Trevigiano sottolineano poi come la decisione vada nella direzione di tutelare gli interessi della banca e dei soci. Il cda chiude la nota dicendo di non tollerare ulteriormente le infondate accuse mosse "da un soggetto che, avendo ceduto il bene da molti anni, non ha alcun titolo né per occuparsi dell’attuale operazione di vendita della villa, né tantomeno può farlo nei modi e nei toni che, invece, sono stati sin’ora utilizzati."