Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLFF/272: TRIONFO SUDAFRICANO IN "CASA" DI SERGIO GARCIA

Niente poker per l'iberico, l'Andalucia Master va a Bezuidenhout


SOTOGRANDE (SPAGNA) - È un evento attesissimo, si può definire da giocare a casa di Sergio Garcia, che qui ha la sua fondazione. Per ben tre volte Garcia ha conquistato l'Andalucia Valderrama Masters, cercherà il poker, sarà comunque di sicuro protagonista. Dovrà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/271: MATTHEW JORDAN ALL'ULTIMO COLPO NELL'ITALIAN CHALLENGE

L'inglese si impone al playoff sull'azzurro Scalise


MONTEROSI (VT) - Usciamo per un po’ dagli schemi del PGA, e dell’European Tour, per vedere come vanno le cose con l’Italian Challenge. Il Challenge Tour è il tour di golf professionale maschile europeo di secondo livello. È gestito dal PGA European Tour e, come per...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/270: IL GOLF ABBRACCIA LA SOLIDARIETA’

A Ca' della Nave l'undicesimo Trofeo Par 108


MARTELLAGO - Non finisce di stupire il Par 108. È nato bene, ed è un continuo crescendo: per l’affiatamento dei soci, e la buona organizzazione. Domenica il loro Comitato ha programmato una Louisiana a quattro giocatori, 18 buche stableford sul percorso del Club di Ca della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il cda di Credito Trevigiano incarica un legale per l'azione risarcitoria

VILLA EMO: LA BANCA CHIEDE I DANNI AL CONTE

Dopo la notizia della vendita utilizzati toni e modi diffamatori


VEDELAGO. La vicenda e le polemiche legate alla vendita di Villa Emo finiscono in tribunale. Il Consiglio di Amministrazione del Credito Trevigiano comunica di aver incaricato l’avvocato Luigi Fadalti, di promuovere azione risarcitoria nei confronti di Leonardo Emo Capodilista al fine di tutelare l’immagine e la rispettabilità dell’istituto e dei suoi vertici. "Leonardo Emo Capodilista, attraverso numerose comunicazioni relative al processo di vendita di Villa Emo, ha rivolto accuse strumentali e prive di fondamento al Credito Trevigiano ed in particolare al suo Presidente - si legge in una nota diffusa dall'istituto di credito - Se in un primo momento, stante la pretestuosità degli addebiti, il Credito Trevigiano aveva preferito non rispondere, i reiterati e offensivi episodi degli ultimi giorni costringono l’Istituto a promuovere la presente iniziativa legale. "I vertici di Credito Trevigiano sottolineano poi come la decisione vada nella direzione di tutelare gli interessi della banca e dei soci. Il cda chiude la nota dicendo di non tollerare ulteriormente le infondate accuse mosse "da un soggetto che, avendo ceduto il bene da molti anni, non ha alcun titolo né per occuparsi dell’attuale operazione di vendita della villa, né tantomeno può farlo nei modi e nei toni che, invece, sono stati sin’ora utilizzati."