Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Domani sit-in in piazza S. Vito a Treviso degli addetti al magazzino Geox

SIRTI DI MARENO, OPERAI IN STRADA

Nuovo sciopero di tre ore dopo l'annuncio dei tagli


MARENO DI PIAVE - Dopo le quattro ore di sciopero del 20 e del 22 febbraio scorso, continua la mobilitazione dei lavoratori della Sirti: i dipendenti, dopo aver tenuto un’assemblea questa mattina, hanno deciso di incrociare le braccia per altre tre ore, fino alle 12.30, ed hanno dato vita ad una manifestazione di protesta fuori dai cancelli dello stabilimento di Mareno di Piave.
La Sirti - ditta leader in Italia nel settore delle istallazioni e manutenzioni di reti telefoniche e ponti radio - proprio lo scorso mese ha annunciato 883 esuberi sui 4mila lavoratori in tutto il territorio nazionale, un taglio in Triveneto di circa un quinto della forza lavoro. “Legittimamente i lavoratori hanno deciso di continuare sulla strada della protesta – ha detto Claudia Gava della FIOM CGIL di Treviso –, e non si fermeranno. Tant’è che è stata praticamente totale l’adesione allo sciopero di oggi, sia tra gli operai che tra gli impiegati. Attendiamo l’incontro al Mise previsto per martedì 12 marzo”.
Giornata di sciopero, indetto dal sindacato di base Adl Cobas, anche per gli addetti del magazzino della Geox. I lavoratori, dipendenti di una cooperativa a cui il colosso della scarpa che respira ha affidato la gestione della logistica, si sono fermati per l’intero orario per chiedere il riconoscimento dell’inquadramento professionale al livello superiore, il passaggio immediato di livello per carrellisti, trattoristi e chi svolge mansioni superiori, la stabilizzazione dei precari. Rivendicano anche un diverso conteggio di straordinari e altre parti della retribuzione e la pianificazione delle ferie in base alle esigenze dei dipendenti.
Domani i lavoratori matteranno in atto un sit-in in piazza S. Vito, in centro a Treviso, davanti alla sede della Lir, finanziaria della famiglia Moretti Polegato proprietaria della Geox.