Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/302: FRATELLO E SORELLA IN GARA NELLO STESSO TORNEO

All'Isps Handa Open in Australia in contemporanea field maschile e femminile


AUSTRALIA - Siamo al terzo torneo stagionale del Ladies PGA Tour: l'Isps Handa Vic Open realizzato in collaborazione con Australian Ladies Professional Golf, in programma sui due percorsi del 13th Beach Golf Links (Beach Course, e Creek Course), in Australia. a Geelong nello Stato del Victoria. In...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/301: SAUDI INTERNATIONAL NEL SEGNO DI G-MAC

Graeme McDowell conquista la tappa in Arabia Saudita dell'European Tour


EDDA - Siamo in Arabia Saudita, al Royal Greens King Abdullah Economic City, vicino a Gedda, polemizzata sede della Supercoppa Juve - Milan del 16 gennaio scorso. Alcuni grandi Campioni hanno rinunciato a giocare, nonostante che oltre ai premi in palio, avrebbero ricevuto rilevanti premi di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/300: PRIMA VITTORIA DA PRO PER L'EX CALCIATORE LUCA HERBET

L'australiano si impone a sorpresa nel Dubai Desert Classic


DUBAI - Concluso il Championship di Abu Dhabi, l’European Tour è rimasto ancora negli Emirati Arabi Uniti, per la disputa dell’Omega Dubai Desert Classic. Si gioca sul percorso dell’Emirates GC, a Dubai, con sei italiani in campo: Edoardo Molinari, Andrea Pavan, Renato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La petizione consegnata al direttore generale Benazzi

SANITA' TERRITORIALE A PONZANO, I SINDACATI RACCOLGONO 1800 FIRME

Le Organizzazioni Sindacali chiederanno un intervento alla Regione Veneto


TREVISO. Le Organizzazioni Sindacali dei Pensionati SPI CGIL e FNP CISL di Treviso hanno promosso e sostenuto la raccolta firme per il ripristino della Sanità territoriale nel comune di Ponzano Veneto: dai due medici di base, ora mancanti, all’implementazione dell’attività dell’UTAP con alcune semplici soluzioni a favore degli utenti. Nella sede amministrativa di Vialla Carisi, i rappresentanti delle due Organizzazioni Sindacali hannoconsegnato oggi, 12 marzo, le 1.848 firme direttamente nelle mani del Direttore Generale dell’ULSS 2 Marca Trevigiana Francesco Benazzi.

“La petizione - spiegano OrlandoBorghetto (SPI CGIL Treviso) e RenatoMasini (FNP CISL Belluno Treviso) - evidenzia e raccoglie il disagio per la carenza di due medici di medicina generale e la preoccupazione per il futuro del servizio oggi erogato dai medici aderenti all’UTAP”. Nel corso dell’incontro, al quale sono intervenuti anche il responsabile del Distretto dott. Giorgio Barzella e la responsabile delle convenzioni dott.ssa Orianna Romanello, i Sindacato sono stati informati:

  • Che dopo una prima ricerca di disponibilità per zona carente provvisoria andata a vuoto si è provveduto a chiedere ulteriore disponibilità per zona carente definitiva con vincolo per il Comune di Ponzano Veneto

  • Che detta procedura, richiesta in Regione, prevede, visti i vincoli normativi, circa 6 mesi per essere espletata

  • Che nell’eventualità che la procedura non individui alcuna disponibilità di medici di medicina generale a occupare il posto vacante, è prevista, previa autorizzazione regionale e con un percorso sperimentale, la possibilità di prevedere l’assunzione diretta da parte dell’ULSS 2 di un medico “dipendente” per fronteggiare la carenza a Ponzano

Le Organizzazioni Sindacali hanno espresso viva preoccupazione soprattutto per i tempi burocratici che mal si conciliano con i bisogni e le aspettative dei cittadini. Preoccupazione che si intensifica anche per il fatto di apprendere che le zone carenti di medici di medicina generale, nell’intera provincia, sono oltre 30. Dato che - secondo i Sindacati - mette in luce un’inadeguata pianificazione dell’ente Regione. Per queste ragioni, per la risposta ancora insoddisfacente, nei prossimi giorni sarà inviata una richiesta di incontro alla Regione Veneto, per ribadire la necessità di tempi più contenuti e per richiedere una pianificazione che per il futuro garantisca i livelli di prestazione del servizio acquisiti dall’attività dell’UTAP.