Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'insegnante è risultata debolmente positiva al test di Koch. Avviata la terapia a domicilio

TBC, POSITIVA UN'ALTRA MAESTRA

Lunedi incontro con genitori, insegnanti e amministratori


TREVISO. Un'altra maestra positiva al test sulla tbc, è una collega dell'insegnante di un istituto dell'opitergino mottense, ricoverata da lunedi scorso nel reparto di malattie infettive dell'ospedale di Treviso. La donna, secondo quanto dichiarato dai verticie dell'azienda sanitaria è risultata debolmente positiva al test sulla ricerca del bacillo di koch. A scopo precauzionale è stata sottoposta ad una terapia a domicilio. Tutti i bambini della scuola dell'opitergino mottense dove si sono registrati i casi di tubercolosi verranno sottoposti alla procedura Mantoux. Si tratta di circa 400 ragazzi. La decisione è stata presa al termine di una riunione convocata ad hoc dai vertici dell'Uls 2 e dal servizio Igiene e Sanità pubblica. Venerdi si procederà alla lettura delle Mantoux eseguite a 44 operatori della scuola e ad altri 24 bambini seguiti dalla maetra ammalata, lunedì 18 inizierà l'esecuzione agli altri 400 bambini frequentanti l'istituto. Tutti i soggetti che risulteranno positivi seguiranno il percorso di approfondimento ordinario che prevede la radiografia del torace. "Abbiamo deciso di estendere la Mantoux a tutti i bambini e a tutti gli operatori della scuola - spiega il direttore generale, Francesco Benazzi - in un'ottica di massima precauzione, per garantire la dovuta tranquillità ai genitori e al personale. L'iter è stato condiviso con il Dirigente Scolastico e con il sindaco". Intanto l'Ulss 2 ha deciso di convocare per lunedi un incontro pubblico con amministratori, insegnanti e genitori per affrontare l'emergenza. All'incontro interverranno gli specialisti che forniranno tutte le informazioni tecnico scientifiche sulla malattia e faranno il punto della situazione.