Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/321: COSA È SUCCESSO A FRANCESCO MOLINARI?

Il campione azzurro dovrebbe tornare in campo ad agosto


LONDRA - È troppo tempo che non troviamo in campo Francesco Molinari. L’ultima volta è stato a marzo, quand’era andato a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, una delle più prestigiose gare del PGA Tour. Si svolgeva al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Anche a Treviso la mobilitazione ispirata dalla svedese Greta Thunberg

I "RAGAZZI VERDI" IN PIAZZA PER IL PIANETA

Studenti e attivisti in corteo per le vie del centro


TREVISO - I ragazzi verdi scendono in piazza anche a Treviso. In occasione della marcia mondiale del movimento Fridays for future, anche nel capoluogo della Marca, come in innumerevoli città del mondo, centinaia di studenti (e qualche adulto) hanno dato vita ad una manifestazione per sollecitare politiche ambientali più decise contro il cambiamento climatico, sull’esempio della sedicenne svedese Greta Thunberg, che ormai da mesi ogni venerdì dà vita ad un sit-in per chiedere azioni contro il riscaldamento globale.
A Treviso i giovani militanti sono partiti da via Roma, per poi attraversare il centro storico, lambendo piazza dei Signori: striscioni e cartelli per ricordare che non esiste “un pianeta B”, grandi mappamondi, segni verdi disegnati sul volto di molte ragazze. In piazzetta Indipendenza alcuni attivisti si sono sdraiati davanti al megastore Benetton, in segno di protesta – hanno spiegato – contro le multinazionali e lo sfruttamento delle risorse ambientali da queste prodotte. Il corteo si è concluso in piazza Santa Maria dei Battuti con gli interventi conclusivi dei promotori e l’appuntamento alla manifestazione di Roma del 23 marzo prossimo.


Galleria fotograficaGalleria fotografica