Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/261: IL RITORNO DELLA TIGRE

Tiger Woods trionfa nel Mastersdi Augusta


AUGUSTA - Questo è il primo Major stagionale, il più ambito. Ha luogo nella consueta cornice dell’Augusta National, in Georgia, quel percorso tanto voluto dal mitico campione Bobby Jones. In Campo è presentela crema dei professionisti,i migliori giocatori del mondo, e tra...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/260: WGC, L'ÉLITE MONDIALE SI SFIDA IN MATCH PLAY

Vittoria a Kisner, ottimo terzo Francesco Molinari


AUSTIN (TEXAS) - È il secondo dei quattro eventi stagionali del World Golf Championship, le cui gare sono di livello inferiore solo ai major. Il WGC -Dell Technologies Match Play che si gioca in Texas sul percorso dell’Austin CC, è di spessore assoluto: nel field sono stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/259: AL VIA LA NUOVA STAGIONE DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Come di consueto l'Aigg apre il campionato 2019 al Marco Simone


ROMA - La primavera era già esplosa, quando siamo andati a Roma per l’avvio del tour dei giornalisti golfisti. Alla prima giornata di tappa, però, abbiamo preso la pioggia. Come di consueto, il primo incontro era al Marco Simone Golf & Country Club, alle porte di Roma, che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Giocondo Ghirardo non dava più notizia dallo scorso 8 giugno

SCOMPARSO DA NOVE MESI, LA FIGLIA RITROVA IL CORPO

Il cadavere era in una zona boscosa vicino a Ospitale di Cadore


VITTORIO VENETO. Era scomparso dall'8 giugno. Aveva detto ai famigliari che andava in Cadore a cercare lumache ma non ha fatto più ritorno a casa. E' di Giocondo Ghirardo, 80 enne di Vittorio Veneto,  il corpo scoperto in un sentiero in località Pescoltre, una valle laterale della Val Tovanella a Ospitale di Cadore. Lo hanno scoperto la figlia ed il genero che ogni giorno per nove lunghi mesi hanno passato al setaccio la zona alla ricerca del famigliare. La salma ricomposta e imbarellata è stata recuperata dall'elicottero del Suem di Pieve di Cadore con il supporto del Soccorso alpino di Longarone e trasportata al campo sportivo di davestra per essere affidata al carro funebre. Sul posto anche i carabinieri. "Il mio compagno si è accorto di qualcosa di verde ed io guardando con un binocolo ha visto che erano c'erano degli stivali - afferma la figlia  Monica - . Era lui, era mio padre, seduto ,mummificato rivolto verso le montagne innevate, come volesse chiedere aiuto".
"Sono triste, molto triste, ma almeno ora posso realmente piangere, sulla tomba di papà - continua Monica - papà a voluto farsi ritrovare da me - era con lo sguardo rivolto verso le montagne , come volesse chiedere aiuto".