Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/325: NUOVI TALENTI AZZURRI IN LUCE AL CAMPIONATO NAZIONALE OPEN

Brindano il pro Giulio Castagnara e la dilettante Caterina Don


SUTRI (VT) - Nell’ambito del Progetto Ryder Cup, l’Italian Pro Tour mette in azione i protagonisti del golf, in un circuito di gare che coinvolge tutta la nazione da nord a sud.La più longeva gara italiana, a cui negli ultimi due giorni si attacca la relativa sezione femminile,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/324: RENATO PARATORE TRIONFA AL BRITISH MASTERS

Successo azzurro al primo dei tornei britannici dell'Eurotour


NEWCASTLE-UPON- TYNE (GB) - L’European Tour riprende il suo circuito con il Betfred British Masters, primo della serie dei sei tornei denominati “UK Swing”, programmati in Inghilterra e in Galles. I sei tornei, tutti a porte chiuse, terranno impegnati i migliori golfisti europei,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/323: IL FRANCESE STALTER VINCE L'EURAM BANK OPEN

Ancora in Austria il secondo torneo di Eurotour e Challenge


RAMSAU (AUSTRIA) - Ecco il secondo dei tornei organizzati in sintonia da European Tour e Challenge Tour, che hanno ripreso l’attività dopo quattro mesi di sospensione per l’emergenza coronavirus. L’Euram Bank segue dopo una settimana l’Austrian Open, oggetto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Giocondo Ghirardo non dava più notizia dallo scorso 8 giugno

SCOMPARSO DA NOVE MESI, LA FIGLIA RITROVA IL CORPO

Il cadavere era in una zona boscosa vicino a Ospitale di Cadore


VITTORIO VENETO. Era scomparso dall'8 giugno. Aveva detto ai famigliari che andava in Cadore a cercare lumache ma non ha fatto più ritorno a casa. E' di Giocondo Ghirardo, 80 enne di Vittorio Veneto,  il corpo scoperto in un sentiero in località Pescoltre, una valle laterale della Val Tovanella a Ospitale di Cadore. Lo hanno scoperto la figlia ed il genero che ogni giorno per nove lunghi mesi hanno passato al setaccio la zona alla ricerca del famigliare. La salma ricomposta e imbarellata è stata recuperata dall'elicottero del Suem di Pieve di Cadore con il supporto del Soccorso alpino di Longarone e trasportata al campo sportivo di davestra per essere affidata al carro funebre. Sul posto anche i carabinieri. "Il mio compagno si è accorto di qualcosa di verde ed io guardando con un binocolo ha visto che erano c'erano degli stivali - afferma la figlia  Monica - . Era lui, era mio padre, seduto ,mummificato rivolto verso le montagne innevate, come volesse chiedere aiuto".
"Sono triste, molto triste, ma almeno ora posso realmente piangere, sulla tomba di papà - continua Monica - papà a voluto farsi ritrovare da me - era con lo sguardo rivolto verso le montagne , come volesse chiedere aiuto".