Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/282: LA SOLHEIM CUP 2019 PRENDE LA VIA DELL'EUROPA

La squadra del Vecchio Continente si impone sugli Usa nel massimo torneo femminile


GLENEAGLES  (SCOZIA) - La Solheim Cup è la massima espressione del golf delle donne, la sfida al femminile della Ryder Cup, rispetto a cui ha una storia più recente. Ha preso il nome dall’ideatore del torneo, Karsten Solheim, noto fabbricante di attrezzi sportivi conosciuti...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/281: LE PROMESSE DEL GOLF EUROPEO FEMMINILE A VILLA CONDULMER

La padovana Benedetta Moresco trionfa all'Internazionale under 18


MOGLIANO VENETO - È il secondo anno consecutivo che Golf Villa Condulmer ospita questo importante campionato, l’Internazionale femminile under 18; da qui, spunteranno le future Campionesse del Tour europeo. Ben dodici le nazioni partecipanti, oltre all'Italia: Austria, Belgio, Croazia,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/280: OMEGA MASTERS, UN CLASSICO TRA LE ALPI

Nove gli italiani al torneo dell'European Tour


CRANS MONTANA (SVIZZERA) - L’Omega Masters è uno dei tornei classici dell’European Tour. La storia di questo torneo, seppur con diverso nome (all’epoca Swiss Open), risale al 1905. È la tappa svizzera del tour europeo del golf maschile professionistico, in cui si...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Giocondo Ghirardo non dava più notizia dallo scorso 8 giugno

SCOMPARSO DA NOVE MESI, LA FIGLIA RITROVA IL CORPO

Il cadavere era in una zona boscosa vicino a Ospitale di Cadore


VITTORIO VENETO. Era scomparso dall'8 giugno. Aveva detto ai famigliari che andava in Cadore a cercare lumache ma non ha fatto più ritorno a casa. E' di Giocondo Ghirardo, 80 enne di Vittorio Veneto,  il corpo scoperto in un sentiero in località Pescoltre, una valle laterale della Val Tovanella a Ospitale di Cadore. Lo hanno scoperto la figlia ed il genero che ogni giorno per nove lunghi mesi hanno passato al setaccio la zona alla ricerca del famigliare. La salma ricomposta e imbarellata è stata recuperata dall'elicottero del Suem di Pieve di Cadore con il supporto del Soccorso alpino di Longarone e trasportata al campo sportivo di davestra per essere affidata al carro funebre. Sul posto anche i carabinieri. "Il mio compagno si è accorto di qualcosa di verde ed io guardando con un binocolo ha visto che erano c'erano degli stivali - afferma la figlia  Monica - . Era lui, era mio padre, seduto ,mummificato rivolto verso le montagne innevate, come volesse chiedere aiuto".
"Sono triste, molto triste, ma almeno ora posso realmente piangere, sulla tomba di papà - continua Monica - papà a voluto farsi ritrovare da me - era con lo sguardo rivolto verso le montagne , come volesse chiedere aiuto".