Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/267: OTTO AZZURRI AL BRITISH MASTERS

Il titolo, primo in carriera, va però allo svedese Kinhult


SOUTHPORT (GB) - È uno dei tornei di più lunga tradizione nel calendario, il Betfred British Masters, che si gioca sul percorso dell’Hillside Golf Club, a Southport, bella località sulla costa occidentale della Gran Bretagna. Sono ben otto i giocatori italiani in gara:...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/266: MANDARE IN BUCA GLI OSTACOLI DELLA VITA

A Sala Baganza, l'open internazionale per disabili


PARMA - Giunto ormai alla 19esima edizione, si è giocato a Parma, nel bel campo da golf del Ducato di Sala Baganza, il torneo internazionale per golfisti paralimpici. Il campo è un parkland, inserito nel Podere d’Ombriano, già antica residenza di caccia dei Duchi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/265: KOEPKA FA SUO IL SECONDO MAJOR DI STAGIONE

Disputato per la prima volta a maggio, il Championship regala spettacolo


FARMINGDALE (USA) - Il secondo major, il Championship, giunto alla 101ª edizione, ha luogo per la prima volta a Farmingdale, nel Long Island, stato di New York, sul difficile percorso del Bethpage Black Course (par 70), che sarà sede della Ryder Cup 2024. È la prima volta che si...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Pro 14, a Galway vince il Connacht 29-14

IN IRLANDA LEONI ORGOGLIOSI MA CROLLANO NEL FINALE

Sul 14-14 break di 15-0 per gli irlandesi


GALWAY Allo Sportsground di Galway la gara comincia lentamente, dopo alcune difficoltà per i due pack a trovare stabilità in mischia, i Leoni provano a costruire la prima azione ma viene commesso in avanti da Herbst. Trascorrono i minuti ed i Leoni cercano di imporre una buona intensità al match ma purtroppo un altro errore in fase di controllo dell’ovale restituisce il possesso agli irlandesi. Al’12’ ci prova Connacht a farsi vedere nella metà campo dei Leoni ma questi sono bravi a fermare l’avanzata con il placcaggio della coppia Riccioni-Herbst. Poco dopo turnover in attacco per gli uomini di coach Crowley e nuova possibilità per i padroni di casa di portarsi avanti; dopo un paio di tentativi Blade sfugge a McKinley e sigla la prima meta del match trasformata da Godwin. Connacht, dopo la marcatura, continua a farsi avanti con gli spunti di un ispirato O’Halloran; ci pensa un astuto Halafihi a fermare tutto costringendoli al tenuto dentro i 22 biancoverdi. Al 29’ gli irlandesi trovano la seconda meta con l’ala Healy: l’arbitro si confronta con TMO ed al termine della consultazione assegna la marcatura. Godwin trasforma ancora portando il parziale sul 14 a 0. Al 37’ una serie di pick and go porta capitan Sgarbi e compagni sui 5 avversari. Vantaggio conquistato con i Leoni che scelgono la mischia; dalla fase statica nasce così la meta del neoentrato Rizzi che poi trasforma. La ripresa comincia con Connacht che prova subito a mettere pressione ai Leoni entrando dentro i 22, i biancoverdi anche in questa occasione danno prova della loro forza in difesa sventando l’attacco irlandese.

Al 55’ nonostante il momento non fosse dei più favorevoli, gli uomini di coach Crowley riescono a costruire una fantastica azione che passa dalle mani di Baravalle, Barbini, Halafihi sino a creare la superiorità numerica con Rizzi che serve per ultimo Duvenage il quale schiaccia proprio sotto i pali facilitando la successiva trasformazione di Rizzi. Il punteggio va così sul 14 pari. Ma le cose prendono una brutta piega per i Leoni dal 64’ in avanti quando prima il piazzato di Carty dalla lunga distanza porta in vantaggio i suoi. Nei dieci minuti finali i Leoni non riescono a trovare gli spunti giusti per riaprire la gara e così gli irlandesi costruiscono le due occasioni di meta che chiudono il match: una al 70’ con Healy e l’altra allo scadere con

Carty.

CONNACHT-BENETTON 29-14

CONNACHT 15 Tiernan O’Halloran (41’ Stephen Fitzgerald), 14 Darragh Leader, 13 Tom Farrell, 12 Peter Robb, 11 Matt Healy, 10 Kyle Godwin (60’ Jack Carty), 9 Caolin Blade (58’ Kieran Marmion), 8 Jarrad Butler (c), 7 Colby Fainga’a, 6 Eoin McKeon, 5 James Cannon (58’ Gavin Thornbury), 4 Ultan Dillane, 3 Finlay Bealham (61’ Conor Carey), 2 Shane Delahunt (52’ Peter McCabe), 1 Denis Buckley. All. Friend

 BENETTON 15 Luca Sperandio, 14 Ratuva Tavuyara, 13 Tommaso Benvenuti (65’ Tommaso Iannone), 12 Alberto Sgarbi (cc), 11 Monty Ioane, 10 Ian McKinley (c) (31’ Antonio Rizzi), 9 Dewaldt Duvenage, 8 Toa Halafihi, 7 Giovanni Pettinelli, 6 Marco Lazzaroni, 5 Alessandro Zanni (51’ Marco Barbini), 4 Irné Herbst (68’ Robert Barbieri), 3 Marco Riccioni (66’ Tiziano Pasquali), 2 Hame Faiva (31’ Tomas Baravalle), 1 Nicola Quaglio (51’ Derrick Appiah)

A disposizione: 21 Giorgio Bronzini. All. Crowley

MARCATORI 17’ meta Blade tr. Godwin, 29’ meta Healy tr. Godwin, 37’ meta Rizzi tr. Rizzi, 55’ meta Duvenage tr. Rizzi, 64' p. Carty, 69’ meta Healy, 80’ meta Carty tr. Carty