Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/261: IL RITORNO DELLA TIGRE

Tiger Woods trionfa nel Mastersdi Augusta


AUGUSTA - Questo è il primo Major stagionale, il più ambito. Ha luogo nella consueta cornice dell’Augusta National, in Georgia, quel percorso tanto voluto dal mitico campione Bobby Jones. In Campo è presentela crema dei professionisti,i migliori giocatori del mondo, e tra...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/260: WGC, L'ÉLITE MONDIALE SI SFIDA IN MATCH PLAY

Vittoria a Kisner, ottimo terzo Francesco Molinari


AUSTIN (TEXAS) - È il secondo dei quattro eventi stagionali del World Golf Championship, le cui gare sono di livello inferiore solo ai major. Il WGC -Dell Technologies Match Play che si gioca in Texas sul percorso dell’Austin CC, è di spessore assoluto: nel field sono stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/259: AL VIA LA NUOVA STAGIONE DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Come di consueto l'Aigg apre il campionato 2019 al Marco Simone


ROMA - La primavera era già esplosa, quando siamo andati a Roma per l’avvio del tour dei giornalisti golfisti. Alla prima giornata di tappa, però, abbiamo preso la pioggia. Come di consueto, il primo incontro era al Marco Simone Golf & Country Club, alle porte di Roma, che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Concerto di Gala per l’inaugurazione della 63° Mostra del Valdobbiadene D.O.C.G.

"I SOLISTI DI RADIO VENETO UNO" A COL SAN MARTINO

Musiche di Bach, Vivaldi, Vieuxtemps e Tchaikovsky



Saranno "I Solisti di Radio Veneto Uno" nella formazione Orchestra da camera, i protagonisti del primo concerto di inaugurazione, venerdì 29 marzo, presso la Chiesa Arcipretale di Col San Martino della 63ma Mostra del Vino e del Valdobbiadene D.O.C.G.(che si svolge quest’anno dal 30 marzo al 22 aprile), ben nota come la prima e più longeva delle “Mostre del Vino” e che ogni anno propone, tra produttori del vino della tradizione e spumantisti del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG, oltre un centinaio di espositori. La scelta del Concerto di Gala, della cultura, è stata dell’Associazione Pro Loco e della Parrocchia Annunciazione di Col San Martino, privilegio ben accolto dalla Redazione e dall’Associazione Culturale di Radio Veneto Uno che,anche in questa occasione, pone in primo piano la cultura, coniugando i due vanti della tradizione locale: la cultura del lavoro, della fatica che si sublima in un prodotto nobile quale il vino, sia esso della tradizione che il pregiato spumante, e quello della cultura tradizionale legata alla musica classica, che anch’essa nasce su questa stessa terra ed è divenuta nei secoli l’attuale patrimonio universale.


Allo scopo, più di dieci anni fa, timidamente è nato il “Prosecco Classic Festival” e, più tardi, #SaveTheCulture, l'hashtag dell'evento con il quale I Solisti di Radio Veneto Uno hanno esordito in Piazza S. Marco a Venezia, in occasione dello storico concerto del 2017 che, per la prima volta dopo 220 anni, ha portato Vivaldi nella Piazza di fronte alla storica Basilica di quella che è stata ed è ancora la Capitale mondiale della Cultura, nel giorno del S. Patrono.
Eventi che, con il concerto alla Yehudi Menuhin Area, all’interno del Parlamento Europeo a Bruxelles, sintetizza la “missione” che da anni la radio si propone: promuovere la grande musica classica portandola alla gente e la gente alla grande musica, con manifestazioni didattico-culturali a carattere educativo organizzate con la collaborazione dei più grandi interpreti della musica classica veneta, ben lieti di fare la loro parte per promuovere la cultura e la riscoperta della "Scola Granda" di musica veneta, la prima vera scuola mai esistita al mondo; ancor oggi sono visitabili la Scola Granda di S. Rocco e della Misericordia, solo per citarne un paio. A completare il prestigio del lavoro, mancava solo l’onore del Concerto di Gala della prima e più longeva Mostra del Vino della tradizione e spumante di casa nostra, la Mostra di Col San Martino.

La serata inizia con un protagonista straordinario, Paolo Tagliamento, al suo Rogeri, violino del 1701 appartenuto anche al grande David Oistrakh. L’affermato talento coneglianese, suonerà la Ciaccona, dalla partita n.2 in Re min. BWV 1004, sublime pezzo del "divino" Bach. A seguire, diretti dal maestro Giorgio Sini, i Solisti di Radio Veneto Uno con Vivaldi e il delicato Concerto in Re min. per viola d’amore e arciliuto, solisti: Luca Mares alla viola d’amore e Ivano Zanenghi all’arciliuto. E' la volta poi di un brano di Vieuxtemps, l’Elegia per viola op. 30, solista alla viola Silvestro Favero. Con L’Assunzione di Maria Vergine in Do magg. RV 581, violino solista Francesco Zanchetta, si torna a Vivaldi, brano dedicato alla Santa Patrona del Paese e della Chiesa, la Santissima Maria Vergine nella solennità dell’Annunciazione; sempre Vivaldi per due giovani e talentuose violiniste: Martina De Luca e Giada Fiorin, soliste nel Concerto per 2 violini e archi RV 519; e ancora Vivaldi con il Concerto per violino e archi in Sol magg. RV 301, violino solista Emanuele Bastanzetti.
A chiusura laica, dedicata alla Mostra, un brano di Tchaikovsky, il Valzer scherzo op. 34, violino solista, il Maestro Carlo Lazari.