Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/264: PIERO TARUFFI, L'"UOMO FRECCIA"

Un evento alla Montecchia celebra l'ingegnere- pilota


PADOVA - Atleti, piloti, e Vip al Golf della Montecchia, sabato 25 maggio, a celebrare Piero Taruffi, la “Volpe argentata”. L’evento, nella sua terza edizione, intende essere una giornata di celebrazione dell’indimenticabile pilota. Ci sarà il concorso di eleganza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/263: IL VICENTINO MIGLIOZZI MIGLIOR AZZURRO AL CHINA OPEN

A Shenzen il finlandese Korhonen si impone al playoff sul francese Hebert


SHENZEN - Sono ben quattro gli azzurri che partecipano al Volvo China Open, evento dell’Asian Tour e dell’European Tour, in programma a Shenzhen, al Tradition at Wolong Valley, di Chengdu in Cina. È Il venticinquesimo anniversario di questo torneo, che significa scadenza molto...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/20: GOLF CLUB CASTELFALFI

Tra le colline del Chianti, il paesaggio fa dimenticare anche le difficoltà tecniche


CASTELFALFI - Si arriva a Castelfalfi, località ignota ai più, percorrendo le luminose colline del Chiantigiano che riservano splendidi scorci. Siamo a Montaione, nei pressi dei borghi di San Gimignano e di Volterra, e Castelfalfi è un piccolo villaggio medievale arroccato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nella sua classe aveva fatto supplenza la maestra da cui è partito il contagio

SESTO CASO DI TUBERCOLOSI NELLA SCUOLA DI MOTTA DI LIVENZA

Ricoverata in Pediatria una bambina di otto anni


MOTTA DI LIVENZA - Sesto caso di tubercolosi nella scuola elementare di Motta di Livenza, dove si era verificato il focolaio epidemico. Ad aver sviluppato la malattia è una bambina di otto anni, che frequenta una classe in cui la maestra ritenuta il caso indice, ovvero colei dalla quale sarebbe partito il contagio, aveva fatto occasionalmente supplenza. Finora, ad aver contratto la Tbc, erano due insegnanti e tre alunni.
La bambina fa parte degli undici scolari risultati positivi al test Mantoux, esame eseguito su tutti gli iscritti e il personale della scuola per individuare l’eventuale incubazione del bacillo di Koch. Dopo questa prima indicazione, hanno dato esito positivo anche le ulteriori analisi di laboratorio, cui è stata sottoposta, ed è stata quindi ricoverata in Pediatria, dover seguirà la terapia appropriata.
Come da protocollo sarà effettuato il test Mantoux sui suoi familiari, mentre, come detto, compagni e addetti della scuola sono già stati tutti monitorati. I primi approfondimenti diagnostici sugli altri dieci bimbi risultati positivi all’ultima serie di test Mantoux, invece, non hanno dato ulteriori riscontri.
Per qualsiasi dubbio o richiesta di informazioni si ricorda che, in relazione al focolaio epidemico di Motta di Livenza, l’Ulss 2 ha attivato un call center dedicato che è possibile contattare, dal lunedì al venerdì, dalle 14 alle 16, componendo lo 0422.323888.