Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/325: NUOVI TALENTI AZZURRI IN LUCE AL CAMPIONATO NAZIONALE OPEN

Brindano il pro Giulio Castagnara e la dilettante Caterina Don


SUTRI (VT) - Nell’ambito del Progetto Ryder Cup, l’Italian Pro Tour mette in azione i protagonisti del golf, in un circuito di gare che coinvolge tutta la nazione da nord a sud.La più longeva gara italiana, a cui negli ultimi due giorni si attacca la relativa sezione femminile,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/324: RENATO PARATORE TRIONFA AL BRITISH MASTERS

Successo azzurro al primo dei tornei britannici dell'Eurotour


NEWCASTLE-UPON- TYNE (GB) - L’European Tour riprende il suo circuito con il Betfred British Masters, primo della serie dei sei tornei denominati “UK Swing”, programmati in Inghilterra e in Galles. I sei tornei, tutti a porte chiuse, terranno impegnati i migliori golfisti europei,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/323: IL FRANCESE STALTER VINCE L'EURAM BANK OPEN

Ancora in Austria il secondo torneo di Eurotour e Challenge


RAMSAU (AUSTRIA) - Ecco il secondo dei tornei organizzati in sintonia da European Tour e Challenge Tour, che hanno ripreso l’attività dopo quattro mesi di sospensione per l’emergenza coronavirus. L’Euram Bank segue dopo una settimana l’Austrian Open, oggetto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nella sua classe aveva fatto supplenza la maestra da cui è partito il contagio

SESTO CASO DI TUBERCOLOSI NELLA SCUOLA DI MOTTA DI LIVENZA

Ricoverata in Pediatria una bambina di otto anni


MOTTA DI LIVENZA - Sesto caso di tubercolosi nella scuola elementare di Motta di Livenza, dove si era verificato il focolaio epidemico. Ad aver sviluppato la malattia è una bambina di otto anni, che frequenta una classe in cui la maestra ritenuta il caso indice, ovvero colei dalla quale sarebbe partito il contagio, aveva fatto occasionalmente supplenza. Finora, ad aver contratto la Tbc, erano due insegnanti e tre alunni.
La bambina fa parte degli undici scolari risultati positivi al test Mantoux, esame eseguito su tutti gli iscritti e il personale della scuola per individuare l’eventuale incubazione del bacillo di Koch. Dopo questa prima indicazione, hanno dato esito positivo anche le ulteriori analisi di laboratorio, cui è stata sottoposta, ed è stata quindi ricoverata in Pediatria, dover seguirà la terapia appropriata.
Come da protocollo sarà effettuato il test Mantoux sui suoi familiari, mentre, come detto, compagni e addetti della scuola sono già stati tutti monitorati. I primi approfondimenti diagnostici sugli altri dieci bimbi risultati positivi all’ultima serie di test Mantoux, invece, non hanno dato ulteriori riscontri.
Per qualsiasi dubbio o richiesta di informazioni si ricorda che, in relazione al focolaio epidemico di Motta di Livenza, l’Ulss 2 ha attivato un call center dedicato che è possibile contattare, dal lunedì al venerdì, dalle 14 alle 16, componendo lo 0422.323888.