Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/261: IL RITORNO DELLA TIGRE

Tiger Woods trionfa nel Mastersdi Augusta


AUGUSTA - Questo è il primo Major stagionale, il più ambito. Ha luogo nella consueta cornice dell’Augusta National, in Georgia, quel percorso tanto voluto dal mitico campione Bobby Jones. In Campo è presentela crema dei professionisti,i migliori giocatori del mondo, e tra...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/260: WGC, L'╔LITE MONDIALE SI SFIDA IN MATCH PLAY

Vittoria a Kisner, ottimo terzo Francesco Molinari


AUSTIN (TEXAS) - È il secondo dei quattro eventi stagionali del World Golf Championship, le cui gare sono di livello inferiore solo ai major. Il WGC -Dell Technologies Match Play che si gioca in Texas sul percorso dell’Austin CC, è di spessore assoluto: nel field sono stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/259: AL VIA LA NUOVA STAGIONE DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Come di consueto l'Aigg apre il campionato 2019 al Marco Simone


ROMA - La primavera era già esplosa, quando siamo andati a Roma per l’avvio del tour dei giornalisti golfisti. Alla prima giornata di tappa, però, abbiamo preso la pioggia. Come di consueto, il primo incontro era al Marco Simone Golf & Country Club, alle porte di Roma, che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sotto accusa anche la segretaria personale dell'industriale

GIUSEPPE DE LONGHI INDAGATO PER INSIDE TRADING

Avrebbe rivelato alla sorella informazioni riservate su DLClima


TREVISO - Avrebbe fornito informazioni riservate alla sorella sulla vendita di una delle società controllate, in modo tale che la parente potesse trarne un profitto.
Giuseppe De Longhi, presidente dell'omonimo gruppo industriale, e la sua segretaria personale sono indagati dalla procura di Milano per insider trading: la vicenda riguarda, la cessione del 74,97% della DeLclima spa, controllata del colosso trevigiano, a Mitsubishi Electric Corporation nell'estate di 4 anni fa, periodo in cui la società di climatizzazione era ancora quotata in Borsa. In buona sostanza, all’imprenditore è contestato di aver rivelato notizie non note al mercato sull’operazione alla sorella Alberta. Quest’ultima avrebbe quindi acquistato a più riprese, dal 10 al 12 agosto 2015, per sé e per i figli, azioni di DeLclima per un controvalore di 430 mila euro, per poi rivenderle nell'ambito dell’offerta pubblico obbligatoria lanciata dai giapponesi il 25 agosto, che prevedeva un premio rispetto al valore delle azioni, realizzando così un profitto di più di 360 mila euro. Anche la segretaria di De Longhi è accusata di insider trading: in base alla ricostruzione, sarebbe stata in possesso delle stesse informazioni riservata per via del ruolo ricoperto. Informazioni grazie alle quali avrebbe acquistato azioni per circa 15 mila euro con un guadagno di oltre 13 mila euro. Del caso di è occupata anche Consob che di recente ha adottato provvedimenti sanzionatori nei confronti di Alberta De Longhi.