Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/296 - CAMPI/22: GOLF CLUB ACQUASANTA

Alle porte di Roma, il più antico "green" d'Italia


ROMA - Ha oltre un secolo il Golf Acquasanta, è il più antico d’Italia, è prestigioso, ha segnato l'inizio del golf in Italia. Siamo nel 1885 quando alcuni amici inglesi pensano di realizzarlo. Trovano quella posizione superba che odora di eucalipto e di pino marittimo ai...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Solo serate di presentazione, non possiamo fare censura"

"DIAMO VOCE A TUTTI, PURCHÉ NON IMMORALI E OFFENSIVI"

L'assessore Silvia Nizzetto replica alle critiche


TREVISO - In merito alle polemiche degli ultimi giorni sul progetto “Treviso Scuola a 360°” e alle iniziative in esso contenute, ci tengo a precisare che tali progettualità, precisamente 29, sono state presentate all’Amministrazione dalle varie associazioni attraverso un bando che ha visto l’accoglimento delle domande di tutti i predetti progetti, ad esclusione di quelli pervenuti fuori termine. Fino a quando non si verifica una selezione del progetto da parte delle scuole interessate, non vi è alcuna erogazione di contributi da parte del Comune di Treviso". Così precisa l'assessore all'Istruzione del Comune di Treviso, Silvia Nizzetto, finita al centro di polemiche per una serie di corsi e convegni tenuti da relatori che, secondo le critiche, non avrebbero requisiti adeguati.  
"Nell’ambito di questa selezione - spiega l'assessore -, viene concesso a tutti i proponenti che si sono visti accogliere la domanda almeno una serata di “lancio” per descrivere la propria attività. A tali incontri il mio Assessorato ha partecipato per assicurarsi della bontà dei contenuti. L’approccio dall’Amministrazione, in questo senso, è sempre quello di garantire che i progetti portati all’attenzione non presentino elementi di immoralità, offensività o radicalismo di qualunque tipo".
Nizzetto continua: "Nel caso di specie, il Comune ha partecipato ad eventi di “lancio” che si pongono su una lineaesattamente aderente all’esclusiva trattazione delle tematiche proposte nella domanda. Alcune posizioni di carattere personale espresse in altre sedi, delle quali peraltro sono venuta a conoscenza solo recentemente, non sono state in alcun modo veicolate durante gli incontri ai quali ho presenziato".
"Ribadisco comunque che, pur nella diversità delle idee, nei limiti della moralità e della liceità, ognuno è libero di esprimere le proprie opinioni, diritto peraltro costituzionalmente garantito - prosegue -. Spiace constatare che, nell’intento di essere il più possibile laici e non discrezionali – a differenza del passato – consentendo a chiunque di proporre progettualità e iniziative, mi trovi addirittura a vedere stravolgere tale disponibilità sia della sottoscritta che dell’Amministrazione, considerando la mia stessa persona “immorale”, mettendo peraltro in dubbio la buona fede".
Ulteriori indicazioni: "Desidero inoltre sottolineare con forza, per quanti non sanno o fingono di non sapere, che in materia di associazioni l’Assessorato riceve centinaia di proposte e richieste per le quali viene effettuata una valutazione sulla proposta e sulla richiesta e, altresì, sull’assenza di manifesti elementi di illegittimità e criticità dei soggetti proponenti. Tuttavia, non ritengo che tale approfondimento debba spingersi ad analisi simili ad una attività investigativa ed inquisitoria ulteriori rispetto a quanto oggetto di proposta. Indagini, peraltro, per le quali finirei per essere tacciata di censura".
"Ritengo che le critiche ricevute in questi giorni siano infondate in quanto nella mia attività di Assessore allo Sport, Partecipazione e Istruzione ho cercato sempre di dialogare e aprire le porte a tutti coloro che vogliono portare proposte e approfondimenti su svariate tematiche - conclude l'esponente di giunta - Ho avuto modo di confrontarmi con il sindaco Conte e il vicesindaco De Checchi al fine di valutare la correttezza degli iter amministrativi e nel condividere anche per il futuro i principi di oggettività e liberalità nelle scelte dei progetti, salvaguardando sempre i buoni principi e tutti quei contenuti finalizzati a soddisfare le esigenze dei cittadini senza alcuna ipotesi di strumentalizzazione o elementi di natura ideologica nell’unico intento di offrire servizi in grado di rispondere alle istanze e agli interessi degli utenti".