Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/336: SCOTTISH CHAMPIONSHIP NEL SEGNO DI ADRIAN OTAEGUI

Il basco travolge gli avversari con un gran giro finale


FIFE (SCOZIA) - Questo evento di Scozia è a ridosso del 77° Open d’Italia, in programma dal 22 al 25 ottobre, al Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (BS). Molti dei giocatori che sono in gara qui, parteciperanno poi all’ Open d’Italia. Nel field troviamo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/335: FRANCESCO MOLINARI TORNA IN CAMPO IN NEVADA

Il torinese, però, esce al taglio, vince Martin Laird


LAS VEGAS (USA) - Dopo una pausa di sette mesi, Francesco Molinari torna in campo. Lo fa con lo Shriners Hospitals for Children Open, sul tracciato del TPC Summerlin, a Las Vegas in Nevada. Si era fermato il 12 marzo, quando il The Players Championship era stato bloccato per l’emergenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/334: AL GOLF CLUB LIGNANO IL CAMPIONATO AIGG

L'appuntamento clou della stagione dei giornalisti golfisti


LIGNANO - Il Campionato individuale è notoriamente l’appuntamento più importante della stagione per i membri dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti (AIGG). Nel 2020, condizionato dal Covid 19, sono saltati molti incontri, rivestiva quindi particolare spessore...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sea Shell è il nuovo album del trombonista veronese

OTTOLINI SUONA CON LE CONCHIGLIE

Sperimentazione musicale per salvare l'ambiente



Un intero album suonato con le conchiglie, è questa la nuova sfida di Mauro Ottolini, trombonista e compositore veronese che ha avuto modo di accompagnare artisti come Mario Biondi, Vinicio Capossela, Malika Ayane, i Negramaro. Sea Shell è un album senza strumenti cosidetti "ufficiali", con una missione ben precisa: difendere l'ambiente.
"Le conchiglie sono uno strumento antico e universale, lo usano i monaci tibetani e i pastori sardi. Non esiste un album analogo a questo nella storia della musica. Se il jazz vuol dire creatività, allora questo lo è - ha affermato Ottolini - Ogni conchiglia porta dentro un proprio mondo sonoro. E' un suono che ti entra nelle ossa, cinematografico, esotico e sognante. Le conchiglie sono strumenti strumenti magici, capaci di seguire la successione di Fibonacci: se metti una mano in un corno francese il suono sale, mentre nella conchiglia scende. In fase di registrazione ci siamo accorti che era impossibile doppiare la voce delle conchiglie perché entrava immediatamente in controfase, si annullava o si distorceva".
Uno strumento naturale ed affascinante, in grado di produrre suoni inediti. Un album, Sea Shell, dedicato alla salvaguardia dell'ambiente, con una copertina eco-friendly, che racchiude al suo interno "What can I do for Mother Earth", brano scritto e cantato dai bambini del coro multietnico di voci bianche "Le Zucchine".
Un messaggio di speranza che arriva dalla sensibilità per i temi ambientali delle nuove generazioni, per costruire assieme un futuro migliore.