Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/299: AD ABU DHABI WESTWOOD SI IMPONE SU UN SORPRENDENTE LAPORTA

Nel torneo in vigore le norma anti-gioco lento


ABU DHABI - Sono sette gli azzurri che partecipano al Championship di Abu Dhabi, il primo degli otto tornei sponsorizzati dalla Rolex nell’ambito dell’Eurotour. Sono numerosi, i campioni che iniziano l’anno 2020 negli Emirati Arabi Uniti all’Abu Dhabi GC, con lo statunitense...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL CIELO, IL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La procura ha chiuso le indagini.

CRAC VENETO BANCA, QUATTRO INDAGATI

Ci sono gli ex Consoli e Trinca


TREVISO. Avviso di chiusura indagini per il crac Veneto Banca da parte della procura di Treviso, Sono 4 gli indagati: si tratta ell'ex Ad Vincenzo Consoli (che sarà indagato anche per falso in prospetto), l'ex vicepresidente del CdA Flavio Trinca, il condirettore generale Mosè Faggiani ed il responsabile dell'amministrazione centrale, Stefano Bertolo. Inizialmente gli indagati erano 11.

Le accuse formulate il sostituto procuratore Massimo De Bortoli sono quelle di ostacolo alla vigilanza e aggiotaggio. Il fascicolo tornato a Treviso dopo essere passato per la procura di Roma mantiere l'impianto accusatorio tracciato dai pubblici ministeri della Capitale secondo cui l'ex amministratore delegato Vincenzo Consoli, l'ex presidente Flavio Trinca e nove tra amministratori e manager rappresentarono in maniera distorta a Banca d'Italia e Consob la situazione economica, patrimoniale e finanziaria della ex popolare.