Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/296 - CAMPI/22: GOLF CLUB ACQUASANTA

Alle porte di Roma, il più antico "green" d'Italia


ROMA - Ha oltre un secolo il Golf Acquasanta, è il più antico d’Italia, è prestigioso, ha segnato l'inizio del golf in Italia. Siamo nel 1885 quando alcuni amici inglesi pensano di realizzarlo. Trovano quella posizione superba che odora di eucalipto e di pino marittimo ai...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A 500 anni dalla morte del genio leonardesco una mostra a Venezia

L'UOMO VITRUVIANO ALLE GALLERIE DELL'ACCADEMIA

Studi sulle proporzioni, la fisognomica e la meccanica


L'Uomo Vitruviano, l'immortale disegno di Leonardo che vediamo ogni giorno sulle monete da un euro, è il noto studio di Leonardo sul corpo umano inserito nel cerchio e nel quadrato, le forme ritenute perfette da Platone. Lo conosciamo tutti, ma solo alcuni sanno che le proporzioni del piede sono nate da un errore di trascrizione dal De Architettura di Vitruvio, che indicava le proporzioni come un sesto del corpo, però, e non un settimo. Finalmente è possibile vederlo dal vivo il modello di uomo nel mondo, in una mostra allestita alle Gallerie dell'Accademia di Venezia. Aperta da oggi fino al 14 luglio, l'esposizione è nata per celebrare i 500 anni dalla morte del genio; curata da Annalisa Perissa Torrini e Valeria Poletto.
70 i disegni, di cui 36 vinciani e un intero fondo di fogli autografi del maestro proveniente dalla Collezione Giuseppe Bossi, allora acquistati dal governo austriaco: 25 opere grafiche normalmente mai visibili al pubblico, che dopo la mostra dovranno assolutamente ritornare al buio assoluto dei caveaux climatizzati nei quali sono custodite. Per l'Uomo Vitruviano è stato creato un clima ad hoc con un'umidità tra il 50 e il 60%. Il percorso espone gli studi di fisiognomica dell'artista, gli studi sulle proporzioni del corpo umano, ma anche le sue ricerche sulla botanica, l'ottica, la meccanica e le armi, oltre agli studi preparatori per suoi dipinti, come i 5 fogli per la perduta Battaglia di Anghiari, e l'Allegoria della Purezza che rimanda al noto capolavoro della Dama con l'ermellino. Una mostra imperdibile sull'ingegno leonardesco alle Gallerie dell'Accademia, a Venezia.