Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/261: IL RITORNO DELLA TIGRE

Tiger Woods trionfa nel Mastersdi Augusta


AUGUSTA - Questo è il primo Major stagionale, il più ambito. Ha luogo nella consueta cornice dell’Augusta National, in Georgia, quel percorso tanto voluto dal mitico campione Bobby Jones. In Campo è presentela crema dei professionisti,i migliori giocatori del mondo, e tra...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/260: WGC, L'╔LITE MONDIALE SI SFIDA IN MATCH PLAY

Vittoria a Kisner, ottimo terzo Francesco Molinari


AUSTIN (TEXAS) - È il secondo dei quattro eventi stagionali del World Golf Championship, le cui gare sono di livello inferiore solo ai major. Il WGC -Dell Technologies Match Play che si gioca in Texas sul percorso dell’Austin CC, è di spessore assoluto: nel field sono stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/259: AL VIA LA NUOVA STAGIONE DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Come di consueto l'Aigg apre il campionato 2019 al Marco Simone


ROMA - La primavera era già esplosa, quando siamo andati a Roma per l’avvio del tour dei giornalisti golfisti. Alla prima giornata di tappa, però, abbiamo preso la pioggia. Come di consueto, il primo incontro era al Marco Simone Golf & Country Club, alle porte di Roma, che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A 500 anni dalla morte del genio leonardesco una mostra a Venezia

L'UOMO VITRUVIANO ALLE GALLERIE DELL'ACCADEMIA

Studi sulle proporzioni, la fisognomica e la meccanica


L'Uomo Vitruviano, l'immortale disegno di Leonardo che vediamo ogni giorno sulle monete da un euro, è il noto studio di Leonardo sul corpo umano inserito nel cerchio e nel quadrato, le forme ritenute perfette da Platone. Lo conosciamo tutti, ma solo alcuni sanno che le proporzioni del piede sono nate da un errore di trascrizione dal De Architettura di Vitruvio, che indicava le proporzioni come un sesto del corpo, però, e non un settimo. Finalmente è possibile vederlo dal vivo il modello di uomo nel mondo, in una mostra allestita alle Gallerie dell'Accademia di Venezia. Aperta da oggi fino al 14 luglio, l'esposizione è nata per celebrare i 500 anni dalla morte del genio; curata da Annalisa Perissa Torrini e Valeria Poletto.
70 i disegni, di cui 36 vinciani e un intero fondo di fogli autografi del maestro proveniente dalla Collezione Giuseppe Bossi, allora acquistati dal governo austriaco: 25 opere grafiche normalmente mai visibili al pubblico, che dopo la mostra dovranno assolutamente ritornare al buio assoluto dei caveaux climatizzati nei quali sono custodite. Per l'Uomo Vitruviano è stato creato un clima ad hoc con un'umidità tra il 50 e il 60%. Il percorso espone gli studi di fisiognomica dell'artista, gli studi sulle proporzioni del corpo umano, ma anche le sue ricerche sulla botanica, l'ottica, la meccanica e le armi, oltre agli studi preparatori per suoi dipinti, come i 5 fogli per la perduta Battaglia di Anghiari, e l'Allegoria della Purezza che rimanda al noto capolavoro della Dama con l'ermellino. Una mostra imperdibile sull'ingegno leonardesco alle Gallerie dell'Accademia, a Venezia.