Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Incrementi legati solo alla superficie, non alla quantità prodotta"

ARTIGIANI DELLA SINISTRA PIAVE CONTRO IL CARO RIFIUTI DI SAVNO

Le imprese denunciano aumenti dal 5,5% al 12,5 %


CONEGLIANO - Associazioni artigiane contro l'aumento delle tariffe rifiuti nelle aziende. Confartigianato, con i mandamenti di Conegliano, Oderzo- Motta e Vittorio Veneto, Cna e Casartigiani hanno diffuso un comunicato congiunto per denuciare i rincari nelle bollette di Savno per le utenze non domestiche. Secondo quanto rifetiro dalle stesse organizzazioni, nei giorni scorsi, durante una riunione del tavolo di lavoro con i rappresentanti del mondo economico locale, Giacomo De Luca, presidente della società che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti nella Sinistra Piave, avrebbe comunicato che il Consiglio di bacino ha deliberato un incremento dell'1,3% delle tariffe non-domestiche per l’anno 2019.
Secondo i calcoli delle associazioni, per le ditte con superifici fino a 750 metri quadrati, ovvero soprattutto le piccole imprese artigiane, ciò si tradurrebbe in un aggravio in bolletta ta il 12,5 e il 5,5%. "Si tratta di una decisione che non tiene conto di quanto già pagano le imprese per il servizio", scrivono i rappresentanti della categoria. Gli artigiani contestano soprattutto il fatto che gli aumenti siano legati all'estensione, anzichè all'effettiva quantità di rifiuti prodotta, secondo il principio "chi più inquina, più paga".
"Così facendo non si tratta più di una tariffa - ribadisce la nota - ma di una tassa, concetto che le Associazioni dell'artigianato avevano già ben evidenziato nei precedenti incontri e che Savno aveva promesso di correggere nel tempo".
Le organizzazioni artigiane si appellano ai sindaci e ai futuri amministratori che guideranno i comuni all’indomani delle prossime elezioni, affinchè facciano propria la questione impegnandosi, sin dalla prossima assemblea del Consorzio di bacino Sinistra piave a riequilibrare le tariffe.