Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/321: COSA È SUCCESSO A FRANCESCO MOLINARI?

Il campione azzurro dovrebbe tornare in campo ad agosto


LONDRA - È troppo tempo che non troviamo in campo Francesco Molinari. L’ultima volta è stato a marzo, quand’era andato a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, una delle più prestigiose gare del PGA Tour. Si svolgeva al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Incrementi legati solo alla superficie, non alla quantità prodotta"

ARTIGIANI DELLA SINISTRA PIAVE CONTRO IL CARO RIFIUTI DI SAVNO

Le imprese denunciano aumenti dal 5,5% al 12,5 %


CONEGLIANO - Associazioni artigiane contro l'aumento delle tariffe rifiuti nelle aziende. Confartigianato, con i mandamenti di Conegliano, Oderzo- Motta e Vittorio Veneto, Cna e Casartigiani hanno diffuso un comunicato congiunto per denuciare i rincari nelle bollette di Savno per le utenze non domestiche. Secondo quanto rifetiro dalle stesse organizzazioni, nei giorni scorsi, durante una riunione del tavolo di lavoro con i rappresentanti del mondo economico locale, Giacomo De Luca, presidente della società che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti nella Sinistra Piave, avrebbe comunicato che il Consiglio di bacino ha deliberato un incremento dell'1,3% delle tariffe non-domestiche per l’anno 2019.
Secondo i calcoli delle associazioni, per le ditte con superifici fino a 750 metri quadrati, ovvero soprattutto le piccole imprese artigiane, ciò si tradurrebbe in un aggravio in bolletta ta il 12,5 e il 5,5%. "Si tratta di una decisione che non tiene conto di quanto già pagano le imprese per il servizio", scrivono i rappresentanti della categoria. Gli artigiani contestano soprattutto il fatto che gli aumenti siano legati all'estensione, anzichè all'effettiva quantità di rifiuti prodotta, secondo il principio "chi più inquina, più paga".
"Così facendo non si tratta più di una tariffa - ribadisce la nota - ma di una tassa, concetto che le Associazioni dell'artigianato avevano già ben evidenziato nei precedenti incontri e che Savno aveva promesso di correggere nel tempo".
Le organizzazioni artigiane si appellano ai sindaci e ai futuri amministratori che guideranno i comuni all’indomani delle prossime elezioni, affinchè facciano propria la questione impegnandosi, sin dalla prossima assemblea del Consorzio di bacino Sinistra piave a riequilibrare le tariffe.