Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/296 - CAMPI/22: GOLF CLUB ACQUASANTA

Alle porte di Roma, il più antico "green" d'Italia


ROMA - Ha oltre un secolo il Golf Acquasanta, è il più antico d’Italia, è prestigioso, ha segnato l'inizio del golf in Italia. Siamo nel 1885 quando alcuni amici inglesi pensano di realizzarlo. Trovano quella posizione superba che odora di eucalipto e di pino marittimo ai...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO

"NO AL BARATTO DELLA LIBERTA' CON LA PROMESSA DELL'ORDINE", IL DISCORSO DEL PRESIDENTE


VITTORIO VENETO. Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella è arrivato a Vittorio alle 11 in punto. Ad attenderlo in Piazza del Popolo per rendere omaggio ai caduti il sindaco di vittorio Veneto Roberto Tonon e il Presidente della giunta regionale del Veneto Luca Zaia. Una cerimonia con l'Alzabandiera durata pochi minuti al termine della quale il Capo dello Stato si è trasferito per i discorsi ufficiale a Serravalle al teatro da Ponte. Al suo ingresso un grande applauso dei sindaci, dei parlamentari e di tutte le autorità presenti. Sergio Mattarella prima di prendere posto in platea ha stretto la mano ai rappresentanti dell'Anpi. Sul palco ad attenderlo i cori Col di Lana e Il Coro officina 2.0 diretti da Sabrina Carraro che hanno intonato l'inno di Mameli. Alle 11,30 i discorsi ufficiali. Il primo a parlare è stato il sindaco di Vittorio Veneto che ha ringraziato il Capo dello Stato per aver scelto Vittorio Veneto per una ricorrenza così importante. Poi ha parlato il governatore del Veneto Luca Zaia che dopo aver ringraziato il Presidente per la sua vicinanza al Veneto ha ricordato la figura di Tina Anselmi, staffetta partigiana e donna impegnata in politica per decenni, vero esempio della ResisteNza e dei principi portati avanti per tutta la vita, anche dopo il conflitto mondiale. Prima del discorso del Capo dello Stato ci sono stati gli interventi di una docende di storia della Resistenza e di una partigiana, staffetta vittoriese. Sergio Mattarella ha parlato per ultimo: nel suo discorso un omaggio alla terra veneta e a quei combattenti per la libertà, i cui valori sono oggi più che mai importanti contro i soprusi, le guerre ed i totalitarsimi. Al termine della cerimonia Mattarella si è soffermato con i sindaci, una delegazione di primi cittadini veneti lo ha atteso all'esterno del palazzo per stringergli la mano e per la foto di rito. Poi la visita privata al Museo della Battaglia, quindi il Capo dello Stato ha fatto ritono nella Capitale, raggiungendo in elicottero la base militare di Istrana.

nel link l'intervento integrale del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Galleria fotograficaGalleria fotografica