Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/346 - CAMPI/30: IL GOLF CLUB ACAYA

Nel cuore del Salento un percorso ricco di fascino e sorprese


VERNOLE (LE) - Siamo nel Salento, nel Leccese, una bella, generosa terra. Una lunghissima teoria di ulivi fa guida per arrivare all’elegante resort “Double Tree by Hilton Acaya”, inserito nel verde della macchia mediterranea, 100 ettari di pregiata vegetazione spontanea....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Operazione della polizia tra Veneto e Friuli. La base era nel Coneglianese

FURTI E RAPINE, PRESA LA BANDA

Decine di colpi in case e ville recuperata refurtiva per due milioni


CONEGLIANO. La loro base operativa era nel Coneglianese, tre banditi albanesi sono stati arrestati dalla squadra mobile di Pordenone e sono accusati di decine di furti e rapine a Nordest. Sono tre uomini tra i 27 ed i 35 anni con domicilio a Conegliano, già noti alle forze dell'ordine per reati contro il patrimonio. Nell'ordinanza di custodia cautelare eseguita questa mattina il gip evidenzia come "i delitti consumati sono sintomo che gli indagati non sono capaci di governare le loro azioni criminali. Sono tre malavitosi disoccupati che all'evidenza traggono dai furti il necessario per il loro sostentamento". Dei veri e propi ladri compulsivi che sono accusati di 33 furti pluriaggravati. Nelle loro dispinibilità c'erano armi e munizioni. Inoltre la polizia ha sequestrato contante, gioielli e lingotti d'oro per 2 milioni di euro.