Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/290: GRAN RIMONTA DI FLEETWOOD IN SUDAFRICA

L'inglese fa suo il Nedbamk Challenge. Bene Migliozzi


SUN CITY (SAF) - Siamo al settimo degli otto eventi delle Rolex Series dell’European Tour, si gioca sul percorso del Gary Player CC, a Sun City in Sudafrica, uno dei Campi più lunghi del mondo (8.000 m). Nato nel 1981 come evento riservato a pochi eletti, tra i migliori al mondo che si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/289: COLPO DI RORY MCILROY NEL WGC DI SHANGHAI

Il nordirlandese si impone al playoff su Schauffele


SHANGHAI - Sheshan International GC. È in atto l’ultima delle quattro gare stagionali del World Golf Championships, il circuito mondiale secondo per importanza solo ai quattro major. Due gli azzurri in Campo, Francesco Molinari e Andrea Pavan, difende il titolo lo statunitense Xander...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/288: TRIONFO DA RECORD IN GIAPPONE PER TIGER WOODS

La "Tigre" raggiunge il mito Snead con 82 titoli sul circuito


Non finisce di stupire Tiger Woods, il grande Campione. Eccolo allo Zozo Championship, giocato sul par 70 dell'Accordia Golf Narashino a Chiba, l’evento con cui il PGA Tour fa il suo esordio in Giappone. Aveva un obiettivo Tiger Woods: raggiungere Sam Snead, che lo avanzava di un solo titolo...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'azienda è leader nella produzione di componenti in carbonio

NOVATION TECH, VOLANO FATTURATO E ASSUNZIONI

180 assunti in un anno: "Ricollochiamo gli operai del tessile di Montebelluna"


MONTEBELLUNA - Sono numeri record quelli con cui si è chiuso il bilancio di Novation Tech, azienda con sede a Montebelluna specializzata nella produzione di componenti di alta qualità in carbonio. Il fatturato 2018 ha superato i 39 milioni di euro, in crescita del 51% rispetto al 2017, con un ebitda superiore al 10%.
L’azienda è gestita dal 2007 da Luca Businaro, sotto la cui guida è passata da azienda di stampaggio plastico ad azienda leader nella produzione di componenti in carbonio e materiali compositi. Oggi Novation è tra le prime aziende in Italia e tra le prime cinque in Europa nella lavorazione dei materiali compositi, punto di riferimento per i grandi marchi internazionali dell’automotive alla ricerca di componenti di altissima qualità, sia tecnica che estetica. Spiega Businaro: “Oggi il carbonio è l’oggetto del desiderio di tutti i produttori di alta gamma, ma è un prodotto delicato e molto costoso, e non è così facile trovare chi lo sappia lavorare. Noi abbiamo usato le competenze del territorio in termini di lavorazione delle materie plastiche integrandole con le migliori tecnologie a disposizione nella lavorazione del carbonio. Abbiamo 12 brevetti di processo che ci garantiscono di ottenere i migliori risultati sia in termini qualitativi che in termini di velocità di consegna.”
Oggi Novation Tech lavora con tutti i grandi marchi del mercato dell’automotive, come Ferrari, BMW, McLaren, Lamborghini, per cui produce soprattutto sedili, componenti interne e parti di carrozzeria, ma opera anche per il mondo dell’occhialeria e lo Sportsystem (selle da bicicletta, piastre per gli sci, suole per scarpe sportive ecc).
Altro elemento chiave nel settore è la manodopera. La fase di “laminazione del carbonio” richiede un’abilità artigianale e in questo l’azienda ha trovato negli operai specializzati nel settore tessile una competenza che si adatta perfettamente a queste lavorazioni. Novation è un’azienda ad alto tasso di manodopera: occupa infatti 296 persone nella sede di Montebelluna, 180 sono neo assunti dell’ultimo anno. A questi si aggiungono quasi 400 collaboratori in uno stabilimento di proprietà in Ungheria.
A Treviso sono 192 gli operai specializzati, per il 43% donne, impiegati in un lavoro certosino necessario a modellare a mano gli strati di carbonio sullo stampo, con una precisione che viene acquisita solo dopo diversi mesi di formazione. Il settore si caratterizza per una cura maniacale del dettaglio: non è accettata nessuna imperfezione nella modellazione del materiale, perché la caratteristica trama del carbonio è un elemento dal grande valore anche estetico, che spesso viene lasciato “a vista”. Continua Businaro: “Lo sviluppo dell’azienda a Montebelluna non è casuale: qui possiamo beneficiare della manodopera specializzata nei settori tessile e delle materie plastiche che, dopo anni di profonda crisi, trova così una ricollocazione in un ambito completamente diverso eppure affine".