Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/325: NUOVI TALENTI AZZURRI IN LUCE AL CAMPIONATO NAZIONALE OPEN

Brindano il pro Giulio Castagnara e la dilettante Caterina Don


SUTRI (VT) - Nell’ambito del Progetto Ryder Cup, l’Italian Pro Tour mette in azione i protagonisti del golf, in un circuito di gare che coinvolge tutta la nazione da nord a sud.La più longeva gara italiana, a cui negli ultimi due giorni si attacca la relativa sezione femminile,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/324: RENATO PARATORE TRIONFA AL BRITISH MASTERS

Successo azzurro al primo dei tornei britannici dell'Eurotour


NEWCASTLE-UPON- TYNE (GB) - L’European Tour riprende il suo circuito con il Betfred British Masters, primo della serie dei sei tornei denominati “UK Swing”, programmati in Inghilterra e in Galles. I sei tornei, tutti a porte chiuse, terranno impegnati i migliori golfisti europei,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/323: IL FRANCESE STALTER VINCE L'EURAM BANK OPEN

Ancora in Austria il secondo torneo di Eurotour e Challenge


RAMSAU (AUSTRIA) - Ecco il secondo dei tornei organizzati in sintonia da European Tour e Challenge Tour, che hanno ripreso l’attività dopo quattro mesi di sospensione per l’emergenza coronavirus. L’Euram Bank segue dopo una settimana l’Austrian Open, oggetto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Omaggio all'artista tedesco

BASELITZ ALLE GALLERIE DELL'ACCADEMIA

In mostra a Venezia le figure capovolte del pittore irriverente


Per la prima volta un artista vivente espone alle Gallerie dell'Accademia: è Georg Baselitz, uno dei più influenti pittori del XX secolo, autore scandaloso e irriverente, ma anche legato alla tradizione pittorica italiana.
Sarà possibile visitare la retrospettiva dedicata a Baselitz fino al 8 settembre.

In mostra la sua ricerca attorno al ritratto: grandi tele con figure umane, tutte capovolte, come ci ha abituato il pittore tedesco fin dagli anni 60. "Capovolgere le tele è un gesto assurdo – ha affermato Baselitz – Eppure in quel gesto c'era soprattutto il desiderio di prendere il meglio dall'Accademia e di rovesciarlo".
Nato nel 1938, Georg Baselitz, durante gli studi venne espulso dall'Accademia per immaturità socio-politica e nel 63 le sue opere suscitarono scandalo tanto che venne considerato un reietto in Germania dell'Ovest.
Da lì le sue fughe in Italia, e la partecipazione alla Biennale d'arte nel 80.
La mostra a lui dedicata alle Gallerie dell'Accademia, sarà visitabile fino al 8 settembre prossimo.