Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Omaggio all'artista tedesco

BASELITZ ALLE GALLERIE DELL'ACCADEMIA

In mostra a Venezia le figure capovolte del pittore irriverente


Per la prima volta un artista vivente espone alle Gallerie dell'Accademia: è Georg Baselitz, uno dei più influenti pittori del XX secolo, autore scandaloso e irriverente, ma anche legato alla tradizione pittorica italiana.
Sarà possibile visitare la retrospettiva dedicata a Baselitz fino al 8 settembre.

In mostra la sua ricerca attorno al ritratto: grandi tele con figure umane, tutte capovolte, come ci ha abituato il pittore tedesco fin dagli anni 60. "Capovolgere le tele è un gesto assurdo – ha affermato Baselitz – Eppure in quel gesto c'era soprattutto il desiderio di prendere il meglio dall'Accademia e di rovesciarlo".
Nato nel 1938, Georg Baselitz, durante gli studi venne espulso dall'Accademia per immaturità socio-politica e nel 63 le sue opere suscitarono scandalo tanto che venne considerato un reietto in Germania dell'Ovest.
Da lì le sue fughe in Italia, e la partecipazione alla Biennale d'arte nel 80.
La mostra a lui dedicata alle Gallerie dell'Accademia, sarà visitabile fino al 8 settembre prossimo.