Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/336: SCOTTISH CHAMPIONSHIP NEL SEGNO DI ADRIAN OTAEGUI

Il basco travolge gli avversari con un gran giro finale


FIFE (SCOZIA) - Questo evento di Scozia è a ridosso del 77° Open d’Italia, in programma dal 22 al 25 ottobre, al Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (BS). Molti dei giocatori che sono in gara qui, parteciperanno poi all’ Open d’Italia. Nel field troviamo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/335: FRANCESCO MOLINARI TORNA IN CAMPO IN NEVADA

Il torinese, però, esce al taglio, vince Martin Laird


LAS VEGAS (USA) - Dopo una pausa di sette mesi, Francesco Molinari torna in campo. Lo fa con lo Shriners Hospitals for Children Open, sul tracciato del TPC Summerlin, a Las Vegas in Nevada. Si era fermato il 12 marzo, quando il The Players Championship era stato bloccato per l’emergenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/334: AL GOLF CLUB LIGNANO IL CAMPIONATO AIGG

L'appuntamento clou della stagione dei giornalisti golfisti


LIGNANO - Il Campionato individuale è notoriamente l’appuntamento più importante della stagione per i membri dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti (AIGG). Nel 2020, condizionato dal Covid 19, sono saltati molti incontri, rivestiva quindi particolare spessore...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Omaggio all'artista tedesco

BASELITZ ALLE GALLERIE DELL'ACCADEMIA

In mostra a Venezia le figure capovolte del pittore irriverente


Per la prima volta un artista vivente espone alle Gallerie dell'Accademia: è Georg Baselitz, uno dei più influenti pittori del XX secolo, autore scandaloso e irriverente, ma anche legato alla tradizione pittorica italiana.
Sarà possibile visitare la retrospettiva dedicata a Baselitz fino al 8 settembre.

In mostra la sua ricerca attorno al ritratto: grandi tele con figure umane, tutte capovolte, come ci ha abituato il pittore tedesco fin dagli anni 60. "Capovolgere le tele è un gesto assurdo – ha affermato Baselitz – Eppure in quel gesto c'era soprattutto il desiderio di prendere il meglio dall'Accademia e di rovesciarlo".
Nato nel 1938, Georg Baselitz, durante gli studi venne espulso dall'Accademia per immaturità socio-politica e nel 63 le sue opere suscitarono scandalo tanto che venne considerato un reietto in Germania dell'Ovest.
Da lì le sue fughe in Italia, e la partecipazione alla Biennale d'arte nel 80.
La mostra a lui dedicata alle Gallerie dell'Accademia, sarà visitabile fino al 8 settembre prossimo.