Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Prossimo passo, il restauro degli ambienti sopra il chiostro

NUOVA VITA ALL'EX UMBERTO I: CONSEGNATI I PRIMI MINI-APPARTEMENTI PER ANZIANI

Prosegue il progetto di comunitą abitative dell'Israa


TREVISO - Il 54% degli ultrasettancinquenni trevigiani vive da solo. Sta anche in questo dato una delle ragioni del successo del progetto cohousing portato avanti dall’Israa, l’ente che gestisce le residenze per anziani di Treviso. Miniappartamenti per singoli o coppie, inseriti in complessi residenziali con spazi e alcuni servizi comuni, dove è possibile incontrarsi e fare due chiacchiere. A regime ospiteranno un centinaio di persone, ma non a caso, la lista d’attesa è già di oltre 180 candidati.
Dopo i primi 11, attivati lo scorso settembre nel restaurato ex pensionato Tito Garzoni, in via Manzoni, ora è la volta del poco distante ex Umberto I, cuore del progetto. I primi alloggi sono stati appena inaugurati e assegnati, gli inquilini ne prenderanno possesso nei prossimi giorni. La risposta degli utenti ha sorpreso anche il presidente dell’Israa, Luigi Caldato.
Con la benedizione impartita dal parroco don Gianni De Simon, sono state dunque ufficialmente consegnate due nuove sezioni, Casa Mazzini con 5 appartamenti e Casa Santa Maria Maddalena con tre. Altre cinque unità, nelle ex abitazioni delle suore, saranno pronte a luglio, mentre cominceranno entro fine anno i lavori per ricavare quattro alloggi, nello stabile prospiciente piazzale Burchiellati dove un tempo era insediato un pub. Valore complessivo dell’operazione 2,7 milioni di euro, di cui 950mila finanziati grazie a fondi europei. Poi si passerà alla terza tranche del programma, quello che Caldato definisce “il tappone dolomitico del nostro Giro” ovvero la ristrutturazione degli ambienti al di sopra del chiostro dell’antico convento, poi diventato la casa di riposo Umberto I. Qui ci sarà spazio per 16 abitazioni, rimarranno però anche sale riunioni, biblioteca e palestra aperte a tutti. In questi ultimi anni, prima dell'avvio del cantiere, oltre 35mila persone sono entrate nell'edificio per mostre ed eventi.
Contando anche i 31 mini più datati, alla fine gli appartamentini Israa saranno 44, in affitto da 680 per il singolo a 980 euro per il doppio, comprensivi di luce, acqua, gas e rifiuti. Il presidente Caldato rinnova anche l’appello all’amministrazione comunale per pedonalizzare il tratto di Borgo Mazzini tra le varie sedi Israa per rendere sempre più quest’area un complesso residenziale unico.