Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/329: BRILLA SEMPRE PIÙ LA GIOVANE STELLA DI RASMUS HOJGAARD

Il 19enne danese trionfa all'Isps Handa Uk Championship


SUTTON COLDFIELD (GBR) - Con l'Isps Handa Uk Championship, eccoci alla conclusione dell’”UK Swing”, con due azzurri in campo: Edoardo Molinari e Lorenzo Scalise, unici due italiani presenti al torneo che conclude il ciclo di sei gare denominate “UK Swing”, e che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

La nostra rubrica sul mondo golfistico a cura di Paolo Pilla

PILLOLE DI GOLF/264: PIERO TARUFFI, L'"UOMO FRECCIA"

Un evento alla Montecchia celebra l'ingegnere- pilota


PADOVA - Atleti, piloti, e Vip al Golf della Montecchia, sabato 25 maggio, a celebrare Piero Taruffi, la “Volpe argentata”. L’evento, nella sua terza edizione, intende essere una giornata di celebrazione dell’indimenticabile pilota. Ci sarà il concorso di eleganza della “Volpe Argentata” per Auto d’Epoca a vocazione sportiva, e ci sarà il grande Golf. Alle due precedenti edizioni hanno partecipato oltre 300 giocatori con grandi nomi dell’automobilismo come gli ex campioni di F1 Riccardo Patrese, Gianni Morbidelli, Pierluigi Martini, il cinque volte campione di Le Mans, Emanuele Pirro, il campione di rally Miki Biasion, e grandi sportivi come il mitico Beppe Dossena per il calcio, Alessandra Merlin e Paolo De Chiesa per lo sci e Genny Di Napoli per l’atletica. Grandi campioni di Golf come Costantino Rocca, Diana Luna e l’ex Ryder spagnolo Manuel Piñero. In bella mostra ci sarà la famosa “Rondine Gilera 500”, la prima motocicletta 4 cilindri resa disponibile dal Museo Piaggio, con la quale nel 1939, Dorino Serafini vinse il campionato europeo. È proprio con questa motocicletta che Taruffi, collaudatore ufficiale della Gilera vinse il Gran Premio di Tripoli nel 1935, e numerose altre vittorie. Con la versione carenata, lanciato a 274,181 km/h, conquistò nel 1937 il record mondiale del chilometro lanciato, sull’autostrada Bergamo-Brescia.
Sarà una intensa giornata in cui si vivranno la passione per i motori, il Concorso di Eleganza intitolato alla Volpe Argentata, il grande Golf con una Pro Am PGAI per la quale è prevista la partecipazione di 30 squadre di celebri personaggi del mondo del cinema, dello sport, del giornalismo. L’ingresso è gratuito, aperto al pubblico appassionato di motori, di Golf, e di moda.
Era stato dato uno nome d'arte all’ingegner Pietro Truffi, abbinato a quello con cui era conosciuto, Volpe Argentata. Il suo estro, l’ingegno polifunzionale, hanno fatto fare un balzo di espansione al mondo sia motociclistico che automobilistico, settori nei quali Taruffi conquistò ben 34 primati mondiali. Gli valsero l’attributo, l’appellativo, di “UOMO FRECCIA”.
Lui era di sicuro maggiormente attratto dalla motocicletta, ma anche con l’automobile fu un grande asso. Ebbe a vincere, infatti, tre corse su strada, le più famose al mondo: la Carrera Panamericana nel 1951, la Targa Florio nel 1954, e la Mille Miglia nel 1957. A cinquantuno anni, dopo questo successo, chiuse con le corse, si ritirò dalle competizioni, se ne rallegrò Isabella, sua felice moglie. Due anni dopo, venne al mondo la figlia Prisca, in un’aria che odorava di velocità.
È opportuno tracciare una veloce sintesi su che contribuito abbia dato questo celebre personaggio al mondo delle due e della quattro ruote, il suo rapporto con le corse auto e moto-ciclistiche:
Ingegnere versatile, eccellente pilota, recordman, collaudatore e progettista, ha più volte abbattuto record di velocità. Il primo dei 12 più importanti record conquistati fu sulla Fettuccia di Terracina, il 12 Febbraio del 1949, con il BISILURO TARF 1. Me è così ricco Il suo straordinario palmares, da poter tranquillamente annoverare Pietro Taruffi tra i più grandi campioni di tutti i tempi.
È la figlia Prisca, mia stimata amica e collega di giornalismo e di Golf, a volerne tener viva la memoria, e presentarlo ai giovani, a quelli che non hanno avuto modo di conoscerlo. Segue le orme del padre. È legata da tanto amore per quel genitore che, felice padre, ha trasmesso in lei l’amore per le corse. Grande sportiva, pratica un po’ tutti gli sport privilegiando la moto e l’automobile, è campionessa italiana di rally. Ha partecipato nel deserto africano ai Rally des Gazelles (Marocco), al Rally dei Faraoni e al Dubai Desert Classic Rally Raid. È lei stessa a definirsi una “gazzella del deserto”. È pilota istruttore, test driver, direttore tecnico di corsi di guida sicura e sportiva per le principali scuole di pilotaggio.
Patrocinato dal Coni, dall’Automobile Club d’Italia, dall’Aci Storico e dal Museo Mille Miglia, e con il contributo generoso di tante aziende, l’evento è curato dalla stessa Taruffi, nella collaborazione di Paolo Casati, titolare di Play Golf54 (Golf Frassanelle, Galzignano Terme, e la Montecchia).
Conclusa la gara di Golf, Prisca Taruffi e Massimo Lucchini presidente del Registro Storico Gilera, incontreranno il pubblico appassionato, rivivendo “Le avventure di Piero Taruffi, il motociclista più veloce del mondo”.
Paolo Pilla