Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/342: BEZUIDENHOUT RIMONTE NEL FINALE E VINCE IL DUNHILL CHAMPIONSHIP

Niente da fare per gli italiani Gagli e Pavan


SUN CITY (SUDAFRCIA) - È ancora in Sudafrica l’European Tour, per il secondo dei tre tornei consecutivi, dove si disputa l’Alfred Dunhill Championship. La scorsa settimana è stato anticipato dallo Joburg Open a cui partecipavano gli azzurri Scalise e Pavan, la vittoria...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Aveva manifestato il desiderio di sacrificarsi "in nome di Dio" e "della Moschea di Gerusalemme"

ISLAM RADICALE, ESPULSO UN 18ENNE

Il giovane, residente nel Trevigiano è stato bloccato alla frontiere


TREVISO. E' stato bloccato alla frontiera mentre stava tornando da uno dei suoi frequenti viaggi in Tunisia, un 18enne residente in provincia di Treviso è stato espulso dall'Italia con l'accusa di estremismo islamico. A firmare il provvedimento è stato il ministro dell'Interno Matteo Salvini. L'intelligence aveva iniziato le indagini dopo che aveva scoperto l'attività di proselitismo che il giovane faceva soprattutto sul web e per la sua vicinanza a soggetti gravitanti in ambienti dell'estremismo isalmico. Sul profilo social del ragazzo erano postati commenti di adesione ideologica alla jihad, di celebrazione del martirio e dei mujaheddin deceduti in combattimento nonchè messaggi dal tenore entisemita. Il ragazzo aveva anche pubblicamente manifestato il desiderio di sacrificarsi "in nome di Dio" e "della moschea di Gerusalemme", rivolgendo la sua preghiera ad Allah per poter compiere la jihad.