Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/299: AD ABU DHABI WESTWOOD SI IMPONE SU UN SORPRENDENTE LAPORTA

Nel torneo in vigore le norma anti-gioco lento


ABU DHABI - Sono sette gli azzurri che partecipano al Championship di Abu Dhabi, il primo degli otto tornei sponsorizzati dalla Rolex nell’ambito dell’Eurotour. Sono numerosi, i campioni che iniziano l’anno 2020 negli Emirati Arabi Uniti all’Abu Dhabi GC, con lo statunitense...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL CIELO, IL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Musiche di Debussy, Bartók e Liszt

IL PIANISTA GABRIELE STRATA AL TEATRO LA FENICE

Concerto straordinario per il 73° anniversario della Repubblica


Il pianista Gabriele Strata, vincitore del Premio Venezia 2018, si esibirà in assolo nel concerto straordinario offerto dalla Fondazione Teatro La Fenice alla cittadinanza per celebrare il 73° anniversario della Festa della Repubblica.
Domenica 2 giugno 2019 alle ore 17.00 al Teatro La Fenice, l’artista padovano, classe 1999, interpreterà un programma musicale in due tempi: la prima parte si aprirà con una selezione dal secondo libro dei Préludes di Claude Debussy, per proseguire poi con la celebre Szabadban, suite "all’aria aperta" sz 81 di Béla Bartók. Nella seconda parte, Strata eseguirà l’undicesimo Studio di esecuzione trascendentale dal titolo Harmonies du Soir e la fantasia quasi sonata Après une lecture du Dante s 161/7 da Années de pèlerinage. Deuxième année: Italie di Franz Liszt.
L’evento – giunto alla sua quattordicesima edizione – è organizzato in collaborazione con la Prefettura di Venezia, la Regione del Veneto, il Comune di Venezia, la Città metropolitana di Venezia, l’Esercito italiano e la Marina militare. Fin dalla sua prima edizione, il concerto ha presentato al pubblico il giovane vincitore del concorso pianistico nazionale Premio Venezia, uno dei più importanti e qualificati appuntamenti del panorama musicale italiano, organizzato in collaborazione con la Fondazione Amici della Fenice.
Gli inviti per il concerto (biglietti numerati) potranno essere ritirati, due a persona, a partire da sabato 25 maggio nella biglietteria del Teatro La Fenice, tutti i giorni dalle 10.00 alle 17.00, fino a esaurimento dei posti disponibili.

 

Gabriele Strata
Definito dalla critica «un talento cristallino di straordinaria sensibilità e dalla tecnica completa», si sta imponendo nel panorama musicale come pianista emergente della sua generazione. Nel 2018 si è aggiudicato la trentacinquesima edizione del prestigioso Premio Venezia, in occasione del quale gli sono state conferite la Targa del Presidente della Repubblica e la Medaglia della Presidenza del Senato. In qualità di vincitore di numerosi concorsi nazionali e internazionali, nel giugno 2016 gli è stata inoltre consegnata dalla Presidente Laura Boldrini la medaglia della Camera dei Deputati per meriti artistici. Si esibisce con regolarità in Italia e all’estero; la stagione 2018-2019 include recital in alcune delle sale da concerto più importanti d’Europa, come la Royal Concertgebouw di Amsterdam, il Teatro La Fenice di Venezia, la Philharmonic Hall di Bratislava, oltre che a Parigi, Bruxelles e al National Centre for Performing Arts di Mumbai. Ha suonato fra gli altri alla prestigiosa Laeiszhalle di Amburgo per lo Steinway International Piano Festival, alla Steinway Hall di Londra, al Teatro La Fenice, alla Morse Recital Hall di New Haven (USA), al Teatro Alighieri di Ravenna, alla Sala dei Giganti di Padova, alla Fazioli Concert Hall di Sacile, all’Amiata Piano Festival, al Palazzo Ducale di Lucca, all’Engelmann Recital Hall a New York City, al Theatre de l’Image et de la Photographie di Nizza, all’Obidos Piano Festival in Portogallo, a Bergen (Olanda) per The Holland International Music Sessions. Attualmente frequenta il Master’s degree alla prestigiosa Yale University con Boris Berman, dove nel primo anno di studi è risultato vincitore del Charles R. Miller Prize quale most outstanding pianist dell’anno. Frequenta regolarmente masterclass con pianisti di fama internazionale, fra gli altri Elisso Virsaladze, Christopher Elton, Mikhail Voskresensky, Jonathan Biss, John O’Conor, Alexandar Madzar e Benedetto Lupo.