Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
SETTIMANA CON TANTI PROTAGONISTI ITALIANI, IN EUROPA E IN AMERICA

o Scottish Open, il Marathon LPGA Classic, il Challenge Tour, il Symetra Tour


Francesco Molinari, e altri sette azzurri sono a North Berwick, per il secondo torneo 2021 della Serie Rolex, l’Aberdeen Scottish Open.A far compagnia a Francesco ci sono Guido Migliozzi, Edoardo Molinari, Francesco Laporta, Renato Paratore, Nino Bertasio, Lorenzo Gagli e Andrea Pavan. Questi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/353: UOMINI & DONNE, SETTIMANA DI GRANDI TORNEI

Si sono giocati Wgc e PortoRico Open e Gainbridge Lpga


STATI UNITI - Questa settimana il PGA si sdoppia, mette in campo il World Golf Championships a Bradenton in Florida, e il Puerto Rico Open a Rio Grande in Porto Rico. Oltre a questi due, ad attrarre l’attenzione c’è il secondo evento stagionale del massimo circuito americano...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/352: FINALE A SORPRESA AL GENESIS, HOMA VINCE AL SUPPLEMENTARE

Il beniamino di casa supera all''ultimo giro Burns, sempre in testa


LOS ANGELES (USA) - Era alla 95esima edizione questo torneo del PGA Tour, a cui hanno partecipato ben otto tra i migliori dieci giocatori al mondo. Si è disputato al Riviera Country Club, nel Temescal Gateway Park, situato entro i confini della città di Los Angeles; un territorio...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Individuato dopo 80 anni in Germania

IL CROCIFISSO DI GOERING TORNA A VENEZIA

Il crocifisso trecentesco fa ritorno alla Chiesa di San Pantalon


Ritorna dopo 80 anni a Venezia il crocifisso rubato da Goering.
Domani l'opera d'arte datata tra il 1335 e il 1345 sarà riconsegnata dai Carabinieri alla Chiesa di San Pantalon a Venezia.
La Chiesa fu saccheggiata durante la seconda Guerra Mondiale. Lo aveva voluto per sé il gerarca nazista Hermann Goering, appassionato collezionista, soprattuto d'arte italiana.
Il crocifisso è stato individuato in Germania dai carabinieri del comando di Tutela del Patrimonio culturale. Era di proprietà di una casa d'Aste a Colonia che lo aveva acquistato da un collezionista privato. Una volta resa pubblica la notizia, nel 2012, che quel crocifisso era uscito illegalmente dall'Italia, l'opera era diventata invendibile, ed è quindi stata restituita a Venezia.
Il crocifisso ora, dopo un lungo restauro, ritornerà finalmente a San Pantalon.