Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/268: L'U. S. OPEN METTE IN PALIO LA LEADERSHIP MONDIALE

Trionfa Gary Woodland, a Molinari non riesce la rimonta


PEBBLE BEACH (USA) - È il terzo major stagionale americano, ha luogo a Pebble Beach Golf Links in California, una delle maggiori sedi di Golf nel mondo. Sono due gli azzurri a disputare questo importante torneo. Francesco Molinari è affiancato da Renato Paratore, il giovane romano che...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/267: OTTO AZZURRI AL BRITISH MASTERS

Il titolo, primo in carriera, va però allo svedese Kinhult


SOUTHPORT (GB) - È uno dei tornei di più lunga tradizione nel calendario, il Betfred British Masters, che si gioca sul percorso dell’Hillside Golf Club, a Southport, bella località sulla costa occidentale della Gran Bretagna. Sono ben otto i giocatori italiani in gara:...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/266: MANDARE IN BUCA GLI OSTACOLI DELLA VITA

A Sala Baganza, l'open internazionale per disabili


PARMA - Giunto ormai alla 19esima edizione, si è giocato a Parma, nel bel campo da golf del Ducato di Sala Baganza, il torneo internazionale per golfisti paralimpici. Il campo è un parkland, inserito nel Podere d’Ombriano, già antica residenza di caccia dei Duchi...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Il cinematografo mi fa paura"

ASOLO ART FILM FESTIVAL

Valeria Golino madrina della rassegna dedicata ad arte e cinema


Sarà l'attrice e regista Valeria Golino a fare da madrina alla 37esima edizione dell'Asolo Art Film Festival, che si terrà da giovedì 20 a domenica 23 giugno. L'Asolo Art Film Festival, nato nel 1973, è la più antica rassegna al mondo dedicata al rapporto tra cinema e arti visive. Il nuovo direttore artistico, il regista Cosimo Terlizzi, è stato selezionato per il David di Donatello 2019 con la sua opera “Dei”. Tra le novità 2019, Terlizzi ha inserito una categoria riservata a internet in cui potranno partecipare opere audiovisive diffuse in rete. Aperte anche le categorie tradizionali: film dedicati all'arte in tutte le sue forme, corti e lungometraggi, e film d'arte e videoarte, opere audiovisive create con qualsiasi tecnologia. Sono 50 i film scelti tra i 500 arrivati in segreteria, provenienti da 45 paesi del mondo.

Il titolo del Festival è provocatorio, e riprende una frase del film “Cenere” citata da Eleonora Duse: “Il cinematografo mi fa paura”.

Per avere più informazioni sulla rassegna, visitate il sito www.asoloartfilmfestival.com