Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/310: MOLINARI INTERVISTA MOLINARI

Edoardo interroga il fratello Francesco (svelando qualche segreto)


TORINO - Anzitutto una premessa: Edoardo Molinari, che ha conosciuto e lavorato con i maestri più famosi, ha aperto al “Royal Park i Roveri”, un’accademia dedicata al mondo del golf, la più importante in Italia. In essa Dodo, con il suo staff, intende...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/309: NEL "BARRACUDA", A MORDERE È L'AMERICANO MORIKAWA

Il torneo in Nevada uno degli ultimi giocati prima dello stop


RENO (USA) - Il torneo ha avuto luogo in un momento in cui i big mondiali erano impegnati a Memphis, nel Tennessee, ad affrontarsi nel WGC-FedEx St. Jude, mentre gli appassionati di Golf erano attratti a seguire questo campionato, il Barracuda, ufficialmente denominato Reno-Tahoe Open. Si tratta di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Finanziamenti agevolati per le aziende che comprano mezzi meno inquinanti

DIECI MILIONI DI EURO PER RINNOVARE IL PARCO AUTO DELLE IMPRESE

Iniziativa di CentroMarca Banca, Sviluppo artigiano, Consorzio Fidi e Cna


TREVISO - Dieci milioni per finanziamenti volti a rinnovare il parco auto delle imprese. Ha un duplice obiettivo l'iniziativa avviata da da CentroMarca Banca, in sinergia con Sviluppo Artigiano, Consorzio Fidi e il sistema Cna: oltre a sostenere le aziende, contribuire a contenere l’inquinamento atmosferico.
La convenzione, che prevede l’accesso al credito agevolato per l’acquisto di vetture poco inquinanti, è stata firmata questa mattina nella sede di Cmb tra Sviluppo Artigiano e la direzione della bcc trevigian- veneziana.

Per CentroMarca Banca erano presenti il presidente Tiziano Cenedese e il direttore generale Claudio Alessandrini, per Cna il direttore di Treviso, Giuliano Rosolen, e Mario Borin, presidente di Sviluppo Artigiano, un’entità, con 39 mila aziende associate, che opera anche in Lombardia, in Friuli Venezia Giulia ed in Piemonte e che dal 2009 è Intermediario finanziario vigilato dalla Banca d’Italia.
La convenzione vuole essere un aiuto concreto alla luce di quanto stabilito dalla Commissione Europea che ha avviato due procedure di infrazione nei riguardi dell’Italia, in riferimento ai superamenti continui e di lungo periodo dei valori limite del materiale particolato PM10 nel territorio italiano.
Superamenti che interessano anche una serie di zone del Veneto dove operano CentroMarca Banca e Sviluppo Artigiano. “ Da sempre il nostro Istituto è sensibile alle necessità del suo territorio - ha detto il presidente di CentroMarca Banca Tiziano Cenedese - necessità che non sono sempre legate alla finanza. Per noi fare Banca significa anche contribuire al miglioramento della qualità della vita e non solo in termini economici. Poter cooperare al contenimento dell’inquinamento, per garantire ai nostri figli un futuro migliore, è da sempre tra i nostri obiettivi”.
“Rispettare l’ambiente comporta investimenti da parte delle aziende - ha sottolineato il direttore generale Claudio Alessandrini – ed è per questo motivo che, in collaborazione con Sviluppo Artigiano, ci siamo impegnati per supportare le PMI con un credito agevolato destinato a chi vuole investire nella propria impresa, contribuendo anche al miglioramento dell’aria che respiriamo. Ogni azienda potrà chiedere fino a 50.000,00 euro rimborsabili in 5 anni. Creare sinergie con il nostro territorio è fondamentale per creare opportunità”.
L’iniziativa congiunta di CentroMarca Banca e Sviluppo Artigiano si colloca nell’ambito dei programmi regionali per la difesa della qualità dell'aria e la lotta all'inquinamento atmosferico.
“Molte imprese artigiane si sono trovate in difficoltà nei periodi, sempre più frequenti, di limitazione al traffico a causa della scarsa qualità della nostra aria, perché i blocchi hanno interessato anche vetture e furgoni Euro 4. Agevolare lo svecchiamento del parco auto risponde ad una forte domanda che viene dalle imprese in coerenza con le iniziative regionali. Per questo riteniamo l’accordo sottoscritto oggi molto importante non solo per le imprese ma anche per l’intera comunità”, ha commentato Mario Borin, Presidente di Sviluppo Artigiano.
“Treviso negli ultimi anni ha avuto più volte il triste primato di città più inquinata del Veneto e d'Italia, con l'aria più irrespirabile per via delle altissime concentrazioni di pm10, arrivate al record del 320 % oltre il limite di legge. Da ambienti scientifici apprendiamo che ad ogni incremento di 10 microgrammi di PM 10 nell'aria il rischio di ammalarsi di tumore al polmone aumenta del 22%. Grazie a questa convenzione saremo in grado di mettere i nostri associati nelle condizioni di rispettare l’ambiente e lavorare senza problemi”, ha dichiarato Giuliano Rosolen, direttore di Cna Treviso.
La convenzione prevede un accesso al credito agevolato per le PMI che intendano avviare un finanziamento bancario destinato all’acquisto di un veicolo commerciale di nuova immatricolazione.