Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/309: NEL "BARRACUDA", A MORDERE È L'AMERICANO MORIKAWA

Il torneo in Nevada uno degli ultimi giocati prima dello stop


RENO (USA) - Il torneo ha avuto luogo in un momento in cui i big mondiali erano impegnati a Memphis, nel Tennessee, ad affrontarsi nel WGC-FedEx St. Jude, mentre gli appassionati di Golf erano attratti a seguire questo campionato, il Barracuda, ufficialmente denominato Reno-Tahoe Open. Si tratta di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Avventura a lieto fine per un cane fuggito dal suo recinto

I VIGILI URBANI SALVANO CHARLY


FARRA DI SOLIGO. Avventura a lieto fine per Charly, uno splendido esemplare di cane amstaff, salvato dagli agenti della polizia urbana di Farra di Soligo, Agnese Simonelli e Giovanni Patete, i quali bloccano il traffico sulla provinciale per mettere in sicurezza un grosso cane fuggito dal recinto. Erano le 15.30 di giovedì pomeriggio, quando due agenti della polizia urbana del comune di Farra di Soligo, durante un normale controllo sul territorio, in Via San Francesco, la trafficata strada provinciale N. 32 che attraversa il centro del paese, vedono in mezzo alla strada, incurante dell’intenso traffico, camminare libero un grosso cane di razza amstaff. Gli agenti, per evitare incidenti e mettere in sicurezza l’animale, hanno immediatamente fermato l’auto, azionato le quattro frecce e i lampeggianti, bloccato il traffico e con una certa apprensione e coraggio, vista la stazza del cane, si sono avvicinati all’animale e lo hanno bloccato. Il giovane Charly, un cucciolone di dieci mesi, invece d’aggredire gli agenti, si è fatto non solo accarezzare, ma si è messo a giocare con loro. Mentre il capopattuglia apriva il portellone posteriore dell’auto per prendere lo strumento che dal microchip rileva tutti i dati identificativi del cane e del suo padrone, l’animale con un balzo, è salito sul sedile anteriore dell’auto dei vigili e non e non ha voluto più scendere fino all’arrivo del suo padrone. Grazie proprio al microchip gli agenti in pochi minuti sono risaliti al nome e indirizzo del suo proprietario, il quale informato del fatto è giunto immediatamente sul posto ed ha ringraziato vivamente i due agenti della polizia locale, per il loro professionale e pronto intervento.

Galleria fotograficaGalleria fotografica