Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Le fiamme sono scoppiate poco prima delle 22, vigili del fuoco al lavoro fino all'alba

INCENDIO DEVASTA CAPANNONE INDUSTRIALE A OLMI

Danni ingenti alle cose, ma nessun ferito


SAN BIAGIO DI CALLALTA - Un capannone industriale è stato devastato da un incendio ad Olmi di San Biagio di Callalta. Le fiamme si sono sprigionate poco prima delle 22 di venerdì, all’interno di un edificio di proprietà della ditta Eco profili tecnologia innovazione, adibito a magazzino - deposito di materiale. A lanciare l’allarme alcuni residenti della zona, che hanno notato la colonna di fumo alzarsi dalla struttura. Nessun ferito: vista l’ora nel capannone non c’era più nessuno. Ingenti invece i danni alle cose e al fabbricato: i vigili del fuoco, giunti sul posto con tre squadre da Treviso e volontari di Asolo, hanno lavorato fin quasi alle 4 di mattina per spegnere il rogo e mettere in sicurezza il tutto. Intervenuti anche i Carabinieri: tecnici e forze dell’ordine ora dovranno anche accertare le cause precise dell’incendio.

Galleria fotograficaGalleria fotografica