Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/309: NEL "BARRACUDA", A MORDERE È L'AMERICANO MORIKAWA

Il torneo in Nevada uno degli ultimi giocati prima dello stop


RENO (USA) - Il torneo ha avuto luogo in un momento in cui i big mondiali erano impegnati a Memphis, nel Tennessee, ad affrontarsi nel WGC-FedEx St. Jude, mentre gli appassionati di Golf erano attratti a seguire questo campionato, il Barracuda, ufficialmente denominato Reno-Tahoe Open. Si tratta di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In fiamme la Zanini autodemolozioni

CINQUE CAMION BRUCIATI, NUBE NERA SOPRA TREVISO

Fiera ha rivussuto l'incubo del rogo alla De Longhi


TREVISO. Per un istante gli abitanti di Fiera hanno rivissuto l'incubo del rogo alla De Longhi: una nube nera nel cielo, visibile da tutta Treviso, le sirene dei vigili del fuoco, le strade bloccate da vigili e polizia e il traffico paralizzato. Attorno alle 18 di ieri le fiamme si sono sprigionate dal deposito di una ditta di autodemolizioni, secondo quando ricostruito dai vigili del fuoco alcuni operai stavano lavorando con la fiamma ossidrica in una zona dove erano staccati alcuni nylon. Le fiamme si sarebbero poi propagate ad alcuni camion, cinque in totale. Sei le squadre dei pompieri giunte lungo la Callata nel gioro di pochi minuti. Ci sono volute due ore per spegne il rogo e tutti i focolai e mettere in sicurezza la zona. Tra i primi ad arrivare anche i tecnici dell'arpav i cui rilievi non avrebbero evidenziato livelli di inquinamento e il sindaco di Treviso Mario Conte che ha annunciato una serie di controlli in tutte le attività produttive della zone per evitare il ripetersi di episodi simili.

Galleria fotograficaGalleria fotografica