Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Le opere di Alan Concas e Betty Gobbo esposte al Relais Monaco fino al 15 settembre

LUCI E OMBRE NELLA MATERIA

L'esposizione curata da Roberta Gubitosi


Una fugura femminile di Betty Gobbo

TREVISO. "Luci e ombre della materia", è il titolo del percorso espositivo inaugurato oggi pomeriggio al Relais Monaco Country Hotel di Ponzano. Protagonisti due artisti: l'udinese Alan Concas e la trevigiana Betty Gobbo.

Frammenti dei volti, i corpi raccolti, le masse dei capelli che vengono dilatati nello spazio e tradotti attraverso un deciso chiaroscuro per conferire all'immagine un carattere ideale e universale: sono questi i tratti principali e caratteristici delle opere del pittore Alan Concas. Il suo percorso da artista ha origine nell'arte figurativa e si basa sullo studio approfondito della teaoria del colore e delle tecniche pittoriche.

E' la materia la protagonista delle opere di Betty Gobbo fino dalla sua formazione nella tradizione trevigiana, segnata dalla produzione plastica e ceramica di Arturo Martini. Diplomata al Liceo Artistico di Treviso, si orienta verso le tecniche di lavorazione e decorazione della terracotta, comprende la grande duttilità della materia dando vita ad una profonda e intima unione.

Le sculture femminili sono modellate in argilla e impreziosite di luce e colore. Le torsioni dei corpi esaltano poi i volumi, creando una forma dinamica che si sviluppa nello spazio.

Le opere dei due artisti resteranno esposte a Ponzano da oggi fino al 15 settembre. "Luci e ombre nella materia" è curata da Roberta Gubitosi. 

 


Galleria fotograficaGalleria fotografica