Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/309: NEL "BARRACUDA", A MORDERE È L'AMERICANO MORIKAWA

Il torneo in Nevada uno degli ultimi giocati prima dello stop


RENO (USA) - Il torneo ha avuto luogo in un momento in cui i big mondiali erano impegnati a Memphis, nel Tennessee, ad affrontarsi nel WGC-FedEx St. Jude, mentre gli appassionati di Golf erano attratti a seguire questo campionato, il Barracuda, ufficialmente denominato Reno-Tahoe Open. Si tratta di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Le opere di Alan Concas e Betty Gobbo esposte al Relais Monaco fino al 15 settembre

LUCI E OMBRE NELLA MATERIA

L'esposizione curata da Roberta Gubitosi


Una fugura femminile di Betty Gobbo

TREVISO. "Luci e ombre della materia", è il titolo del percorso espositivo inaugurato oggi pomeriggio al Relais Monaco Country Hotel di Ponzano. Protagonisti due artisti: l'udinese Alan Concas e la trevigiana Betty Gobbo.

Frammenti dei volti, i corpi raccolti, le masse dei capelli che vengono dilatati nello spazio e tradotti attraverso un deciso chiaroscuro per conferire all'immagine un carattere ideale e universale: sono questi i tratti principali e caratteristici delle opere del pittore Alan Concas. Il suo percorso da artista ha origine nell'arte figurativa e si basa sullo studio approfondito della teaoria del colore e delle tecniche pittoriche.

E' la materia la protagonista delle opere di Betty Gobbo fino dalla sua formazione nella tradizione trevigiana, segnata dalla produzione plastica e ceramica di Arturo Martini. Diplomata al Liceo Artistico di Treviso, si orienta verso le tecniche di lavorazione e decorazione della terracotta, comprende la grande duttilità della materia dando vita ad una profonda e intima unione.

Le sculture femminili sono modellate in argilla e impreziosite di luce e colore. Le torsioni dei corpi esaltano poi i volumi, creando una forma dinamica che si sviluppa nello spazio.

Le opere dei due artisti resteranno esposte a Ponzano da oggi fino al 15 settembre. "Luci e ombre nella materia" è curata da Roberta Gubitosi. 

 


Galleria fotograficaGalleria fotografica