Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/346 - CAMPI/30: IL GOLF CLUB ACAYA

Nel cuore del Salento un percorso ricco di fascino e sorprese


VERNOLE (LE) - Siamo nel Salento, nel Leccese, una bella, generosa terra. Una lunghissima teoria di ulivi fa guida per arrivare all’elegante resort “Double Tree by Hilton Acaya”, inserito nel verde della macchia mediterranea, 100 ettari di pregiata vegetazione spontanea....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Le opere di Alan Concas e Betty Gobbo esposte al Relais Monaco fino al 15 settembre

LUCI E OMBRE NELLA MATERIA

L'esposizione curata da Roberta Gubitosi


Una fugura femminile di Betty Gobbo

TREVISO. "Luci e ombre della materia", è il titolo del percorso espositivo inaugurato oggi pomeriggio al Relais Monaco Country Hotel di Ponzano. Protagonisti due artisti: l'udinese Alan Concas e la trevigiana Betty Gobbo.

Frammenti dei volti, i corpi raccolti, le masse dei capelli che vengono dilatati nello spazio e tradotti attraverso un deciso chiaroscuro per conferire all'immagine un carattere ideale e universale: sono questi i tratti principali e caratteristici delle opere del pittore Alan Concas. Il suo percorso da artista ha origine nell'arte figurativa e si basa sullo studio approfondito della teaoria del colore e delle tecniche pittoriche.

E' la materia la protagonista delle opere di Betty Gobbo fino dalla sua formazione nella tradizione trevigiana, segnata dalla produzione plastica e ceramica di Arturo Martini. Diplomata al Liceo Artistico di Treviso, si orienta verso le tecniche di lavorazione e decorazione della terracotta, comprende la grande duttilità della materia dando vita ad una profonda e intima unione.

Le sculture femminili sono modellate in argilla e impreziosite di luce e colore. Le torsioni dei corpi esaltano poi i volumi, creando una forma dinamica che si sviluppa nello spazio.

Le opere dei due artisti resteranno esposte a Ponzano da oggi fino al 15 settembre. "Luci e ombre nella materia" è curata da Roberta Gubitosi. 

 


Galleria fotograficaGalleria fotografica